Agenti penitenziari sotto organico in Italia Domani la protesta dei sindacati a Napoli: «Mancano 4mila unità in tutta la nazione»

carcere
di Dario Striano

Agenti penitenziari in rivolta. Domani a Napoli, le segreterie regionali di tutte le sigle sindacali degli agenti di polizia penitenziaria (Osapp, Uilpa, Sinappe, FNS Cisl, Uspp e Cgil Funzione Pubblica) scenderanno in piazza davanti alla sede del provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria partenopea.
Lorenza Sorrentino, della FNS Cisl Campania, ha spiegato i motivi della protesta che prenderà il via in mattinata, alle 9,30. Secondo i dati illustrati, l’organico nazionale delle guardie carcerarie sarebbe carente di ben 4mila unità. «In Campania mancano all’appello 753 agenti – spiega la sindacalista -, mentre i detenuti sono aumentati di quasi 7mila unità». Secondo le sigle sindacali, inoltre, nessuna struttura di detenzione, sarebbe priva di «carenze». Dai carceri minorili a quelli per adulti, passando per le case circondariali femminili «dove la situazione – spiegano  – è ancora più grave».

—>>> Leggi anche: 

Carceri, trovati 6 cellulari a Poggioreale Fattorello (Sappe): “Il padiglione Avellino come un call center”

lunedì, 11 giugno 2018 - 19:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA