Camorra, calciatori amici degli Esposito: il Tribunale Federale dice no al deferimento di Cannavaro, Reina e manager del Napoli

Gabriele Esposito (in carcere) con alcuni giocatori (ex o attuali) del Napoli

Il Tribunale Federale Nazionale ha dichiarato inammissibile il deferimento a carico del Napoli, del Palermo e del Sassuolo e dei calciatori Paolo Cannavaro, Pepe Reina, del team manager Giovanni Paolo De Matteis, del responsabile della biglietteria e delegato alla sicurezza Luigi Cassano, del direttore commerciale marketing Alessandro Formisano, dell’allenatore Salvatore Aronica nell’ambito dell’inchiesta fatta dalla Direzione Distrettuale antimafia di Napoli. I giocatori e i loro club per responsabilità erano stati deferiti dalla giustizia sportiva per aver frequentato i fratelli Esposito, rimasti coinvolti in un’inchiesta per intestazione fittizia di beni con l’aggravante della matrice camorristica. Accusa rispetto alla quale è stato rimesso in libertà dal Tribunale del Riesame Francesco Esposito.

—->>> Seguono aggiornamenti

martedì, 3 luglio 2018 - 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA