La magia della notte di San Lorenzo,
a caccia di stelle cadenti e romanticismo tra musica e cultura

Notte di San Lorenzo

La notte più suggestiva, tutti con il naso all’insù nella notte di San Lorenzo per le stelle cadenti. Lo sciame delle Perseidi, già nell’atmosfera terrestre dal 17 luglio e visibile fino al prossimo 24 agosto, avrà il suo picco tra le ore 16 del 12 agosto e le 4 del mattino del 13 agosto, con fino a 100 meteore visibili a occhio nudo ogni ora. Tantissimi gli appuntamenti in tutta Italia per questa magica atmosfera d’estate, eccone alcuni:

Al Belvedere di Capodimonte (Napoli) a rimirar le stelle.
Apertura straordinaria del Bosco
Apertura serale straordinaria questa sera, dalle ore 19.30 alle ore 22.30 al Museo e Real Bosco di Capodimonte soli 2,00 euro per visitare gli Appartamenti Reali, l’Armeria, L’Opera si racconta e le preziose collezioni (primo piano), mentre al secondo piano sarà possibile ammirare la mostra Carta Bianca. Capodimonte Imaginarie (prorogata fino al 9 dicembre 2018) e Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger (fino al 30 ottobre 2018) e al Salone Camuccini (primo piano) Impromptu, concerti pianistici a programma aperto senza prenotazione a cura del M° Rosario Ruggiero, dalle 21 alle 22.
E per gli astrofili il Belvedere offrirà una cornice più che suggestiva per poter ammirare la stelle nella Notte di San Lorenzo. Ingresso e uscita consigliati da Porta Grande (lato Ponti Rossi). Il varco pedonale di Porta Piccola su via Miano, infatti, chiude alle 19.30.

Mandolini sotto le stelle 2018
(Piazza del Plebiscito, Napoli)
L’attesa delle Perseidi, lo sciame di stelle cadenti, sarà allietata dagli arpeggi dei raffinati strumenti a plettro dell’Accademia Mandolinistica Napoletana e di tanti ospiti: un’orchestra di 35 elementi diretta da Lorenzo Marino proporrà un repertorio di canzoni classiche napoletane, dai pezzi più classici a fantasie strumentali, fino alle melodie swing. Presenta Gabriele Blair, canta Francesca Marini. E con loro Lello Giulivo, Alessandro Lualdi, Valentina Assorto e Giuseppe Sole. E alla fine della musica, rinchiusi gli strumenti nelle custodie, luci spente e spazio allo spettacolo offerto dalle stelle cadenti nella notte di San Lorenzo con l’Unione Astrofili Napoletani e l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.

Bagno Sirena sotto le stelle (Posillipo, Napoli)
Il fascino del mare al calar del sole e la magia del cielo stellato al Bagno Sirena durante la notte di San Lorenzo. Cosa c’è di più romantico dell’osservare le stelle cadenti ed esprimere i vostri desideri a bordo di un Kayak? Al Bagno Sirena per trascorrere questa serata a testa in su venerdì 10 agosto dalle 19 alle ore 23.30.

Visita notturna al Parco Archeologico di Pompei
sotto il cielo di San Lorenzo
Una visita già di per se suggestiva, ma arricchita dalle stelle cadenti della Notte di San Lorenzo. La passeggiata notturna interesserà uno dei luoghi più monumentali del sito, l’area del Foro, cuore della vita politica, religiosa ed economica della città antica, attraverso un percorso di suoni e luci che ha inizio da porta Marina. La suggestione e la bellezza di templi e edifici illuminati, ma anche la possibilità di rivivere attraverso voci, rumori e suoni gli attimi di vita quotidiana dell’antica città, accompagneranno il visitatore alla scoperta della storia. Da Porta Marina, oltrepassate le Terme Suburbane, poco fuori la cinta muraria e l’accesso dalla via del mare, le grida e le attività di artigiani e lavoratori provenienti dalle botteghe di via marina (la bottega del panettiere e il negozio di Furius), i rumori e le chiacchiere della padrona di casa nella Domus di Trittolemo, i suoni e le voci che accompagnano e raccontano i ludi (giochi) in onore di Apollo nel Santuario omonimo, e ancora il ritmo dei tamburi e delle musiche delle sacre cerimonie di culto per il supremo Giove, al Capitolium (o Tempio di Giove), la confusione del Mercato (il Macellum) e le attività dei fulloni (i lavandai) presso l‘Edificio di Eumachia, scandiscono le tappe di questo viaggio nel passato. Dopo la Basilica, l’antico palazzo di Giustizia, l’itinerario si conclude, uscendo dal Tempio di Venere, con la visita all’ Antiquarium e ai reperti esposti nelle mostre in corso.

Herculaneum Experience fino alle 22.55
(Ercolano, Napoli)
Herculaneum Experience, il programma di visite emozionali notturne del Parco archeologico di Ercolano in collaborazione con SCABEC e nell’ambito delle manifestazioni Campania By Night, nel corso delle quali i visitatori sono coinvolti secondo un percorso della durata di circa un’ora alla scoperta della città durante una giornata di festa e di mercato. Ci si immagina infatti che la passeggiata notturna avvenga in occasione di uno dei ludi tributati dal senato locale a Marco Nonio Balbo. Il percorso si avvale della regia di Alessandra Borgia e prevede installazioni multimediali coordinate da Leopoldo Repola. Gare atletiche, musica, il grande mercato, le case che si aprono agli ospiti, un vero e proprio viaggio nei luoghi dell’antica Ercolano che coinvolge le persone attraverso un’esperienza originale e sensoriale.

Casina Vanvitelliana (Bacoli, Napoli)
Nella magica notte di San Lorenzo, un appuntamento esclusivo da non perdere, aperitivo e visita guidata sotto le stelle con apertura straordinaria in una location unica: la Casina Vanvitelliana, situata su un’isoletta del Lago Fusaro, un gioiello settecentesco, avvolto da un’atmosfera affascinate suggestiva che regala sensazioni uniche ed irripetibili.
Nella notte più magica dell’anno, la notte in cui sotto la pioggia di stelle cadenti si esprimono e si affidano i desideri, le nostre guide vi accompagneranno in un esclusivo e suggestivo tour alla scoperta dei segreti della Casina Vanvitelliana, dove attraversato il ponte di legno saremmo immersi in una incantevole atmosfera d’altri tempi, con una vista unica sui Campi Flegrei, successivamente sarà servito un gustoso aperitivo dove ci soffermeremo sotto l’immenso cielo, a guardare le stelle cadenti.

Concerto all’alba al Festival di Ravello
(Salerno, ore 4.45)
Al Ravello Festival, come da tradizione, ritorna l’attesa musica all’alba. Ritorna accompagnando il passaggio dalla notte al giorno in un appuntamento che offre un’emozione unica per il lento apparire della luce e poi del sole dietro la barriera montana a precipizio sul Golfo. Quasi un rito che, anno dopo anno, aumenta esponenzialmente i suoi estimatori che arrivano a Ravello da ogni parte del mondo. Corsa al biglietto allo spettacolo mozzafiato accompagnato dalla musica dell’orchestra. Per il terzo anno consecutivo a calcare il palco del Belvedere di Villa Rufolo per l’evento cult dell’estate ravellese, una delle migliori realtà musicali del territorio, l’Orchestra Filarmonica Salernitana, che dal 1997 ha affiancato le produzioni operistiche al Teatro Municipale Verdi di Salerno. Il Concerto dell’Alba quest’anno sarà diretto dal giovane direttore americano Ryan McAdams, che ha debuttato in Europa al Teatro dell’Opera di Firenze, dove ha diretto anche una nuova produzione di Carmen.

Holi Dance Festival ai Parco Archeologico di Selinunte (Castelvetrano, Trapani)
Il Festival dei colori nel Parco Archeologico più grande d’Europa. Per la notte stellata di San Lorenzo, a partire dalle ore 19 di oggi, l’Holi Dance Festival, il più grande Festival dei Colori, fa tappa al sito archeologico con una originale e continua esplosione di colori che con i Templi, sulla luce del tramonto, offrirà uno spettacolo visivo davvero unico. Il Festival dei Colori darà il via al “Wonders in Selinunte”, che vedrà esibirsi Martin Garrix domani e Sean Paul domenica. Garrix è tra i dj numero uno al mondo, la più giovane superstar della musica elettronica, hitmaker, musicista, compositore e produttore, ha venduto milioni di dischi nel mondo. Nato nel 1996, a soli 20 anni aveva già venduto oltre 10 milioni di dischi: “Animals” gli ha permesso di conquistare le vette internazionali. I fuochi pirotecnici, nel cuore della notte di domani, accompagneranno il cuo concerto sullo sfondo del Tempio di Hera. Il giorno dopo sarà la volta di Sean Paul, re del pop latino e l’artista dance hall giamaicano più famoso al mondo che vanta anche un Grammy e l’American Music Award. «Il Parco Archeologico di Selinunte si conferma sempre più come ideale location di eventi di richiamo internazionale – ha dichiarato Enrico Caruso, direttore del Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa – in grado di coniugare al meglio l’amore per le arti, la storia, l’archeologia».

venerdì, 10 agosto 2018 - 15:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA