Nuovi contratti e aumenti salariali, i piloti scioperano: cancellati 400 voli
E’ il giorno nero di Ryanair


Sono 400 i voli cancellati, circa un sesto dei 2.400 previsti, che interesseranno circa 55mila passeggeri. E’ il giorno nero di Ryanair che fa i conti con il più grande sciopero della sua storia. Per 24 ore incroceranno le braccia i piloti in Svezia, Irlanda, Belgio e Germania. Solo nel Paese tedesco si contano ben 250 voli cancellati in dieci aeroporti, causando disagi a 42mila passeggeri. Sono 104 invece, i voli che saranno annullati in Belgio, per un totale di circa 14mila passeggeri coinvolti. Disagi anche in Spagna dove, secondo il sindacato, la protesta ricadrà su circa 67mila passeggeri. In Svezia sono 40 i piloti a scioperare, circa l’80% di quelli assunti dalla compagnia aerea. In Irlanda, la mobilitazione della Association of Irish Airline Pilots ha portato alla cancellazione di 20 voli, il 7% del totale, con effetti su circa 3.500 clienti. Ci saranno disagi anche in Italia: cinque i voli cancellati all’aeroporto di Ciampino, su 44 partenze programmate complessivamente dal vettore irlandese. La protesta di oggi segue quella indetta il 25 e 26 luglio scorsi in Irlanda, Portogallo, Italia, Spagna e Belgio, quando a mancare all’appello furono ben 600 voli. Si tratta del primo sciopero congiunto fatto dai piloti nella storia dell’azienda irlandese. Nuovi contratti con aumento delle retribuzioni e migliori condizioni di impiego: queste le richieste dei lavoratori che hanno scelto il momento di picco del traffico estivo per far sentire la loro voce. «Oggi i nostri membri sono in sciopero per chiedere i loro diritti», ha spiegato Martin Lindgren del sindacato svedese dei piloti che ha sottolineato di chiedere il rispetto da parte di Ryanair dei diritti fondamentali in materia di lavoro e il diritto dei piloti di scegliere i propri rappresentanti nelle trattative sindacali. Dal canto suo, la compagnia aerea ha dichiarato di aver messo in campo tutte le misure per limitare i disagi, ha parlato di uno sciopero «ingiustificato e deplorevole» ma si è detta disponibile a proseguire le trattative con i sindacati.

—>> Leggi anche: 
Sparatoria in Canada, quattro morti e un primo arrestato. La polizia: «Non uscite di casa»

venerdì, 10 agosto 2018 - 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA