Gli punta la pistola in testa e gli porta via l’incasso, rapinato il ‘Maradona’ delle pizze I 14 secondi di paura in un video


Diego è in ginocchio. Mentre un uomo con il casco integrale a mascherargli il volto gli punta una pistola alla testa e gli urla di consegnargli l’incasso. E’ racchiuso in un filmato di 14 secondi l’ennesima storia di prevaricazione e di umiliazione che un lavoratore onesto è costretto a subire per mano di chi vive saccheggiando i guadagni degli altri sol perché si fa scudo dietro un’arma.
La storia arriva da Napoli e il filmato l’ha pubblicato su Facebook, a scopo di denuncia, Diego Vitagliano. Il ‘Maradona’ della pizza, scrive qualcuno su questo ragazzone col sorriso solare. Perché Diego, napoletano dei Quartieri Spagnoli e patito di calcio, ha saputo giocare sul suo nome, Diego come Diego Armando Maradona, associando alla sua pizzeria il numero 10, come il numero della maglia di Maradona.

La pizzeria si trova oggi in via Nuova Agnano dove Diego ha trasferito l’attività, lasciando il comune di Pozzuoli dove si era fatto conoscere e si era fatto amare. Ed è davanti al cancello della pizzeria che ieri sera, a orario di chiusura, Diego è stato rapinato. Stava uscendo per recuperare lo scooter quando è stato avvicinato, minacciato e derubato. «Sembrava una scena di Gomorra – racconta ancora stordito – Ho avuto paura si tanta paura , ma questo non servirà a farmi odiare la mia città». Diego oggi è tornato a lavoro, gli investigatori cui si è rivolto sono invece a lavoro per cercare di identificare le persone che lo hanno rapinato.

giovedì, 30 agosto 2018 - 13:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA