Vitalizi, ‘boom’ di ricorsi di ex deputati Fico smorza i toni usati da Di Maio: «Sono legittimi ma giusto tagliare»

Roberto Fico (foto Kontrolab)

Non si placano le polemiche sulla vicenda del taglio dei vitalizi su cui 700 ex deputati hanno presentato ricorso. «Illegittimo eliminare un beneficio acquisito», è questa la tesi che porta avanti la difesa dei ricorrenti. In mattinata, tuttavia, il vicepremier Luigi Di Maio ha criticato duramente gli ex deputati definendoli «disonorevoli». «Dovrebbero nascondersi in un eremo», ha aggiunto il leader grillino che ha anche invitato il Senato a «sbrigarsi ad approvare il provvedimento già passato alla Camera». Sulla vicenda è intervenuto il presidente della Camera Roberto Fico, promotore del taglio, che ha usato toni diversi da Di Maio: «Fare ricorso è un diritto ma resto ovviamente convinto della delibera approvata dall’ufficio di presidenza della Camera perché è  un provvedimento che ricuce una ferita. Non l’abbiamo fatta contro qualcuno ma per qualcuno, nell’interesse del popolo italiano». Ora la parola sta agli organi interni della Camera che però sono composti da deputati dei gruppi che hanno votato per il taglio dei vitalizi. L’avvocato Maurizio Paniz che difende 400 ex, è fiducioso: «Questi Comitati agiscono come organi giurisdizionali e non come organi politici e i deputati chiamati a farne parte devono comportarsi come magistrati. La legge sulla responsabilità dei magistrati stabilisce che la trasgressione dei principi consolidati di Cassazione e Consulta costituisce responsabilità. E la Cassazione e la Consulta sulle pensioni hanno detto cose ben precise».

—>> Leggi anche:
Vitalizi, presentati 700 ricorsi
– Vitalizi, paga anche Ilona Staller
-Rifiuti, De Magistris: stretta contro chi abbandona in strada
– Latitante del clan D’Ausilio stanato in Spagna
– Vasto, droga sotto al cappellino: arrestato un gambiano

sabato, 8 settembre 2018 - 18:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA