Rivolta contro la ‘Pontida del Sud’, movimento demA contro la Lega: «Non dimentichiamo gli attacchi»

Luigi de Magistris
Il sindaco di Napoli Luigi de Magistri, eletto presidente di demA

«Non dimentichiamo cos’è la Lega Nord, un partito che ha fatto dell’antimeridionalismo una sua bandiera e che oggi al governo fa chiaramente politiche che alimentano le discriminazioni territoriali mentre al Sud aggrega ex missini dal passato sbiadito per provare ad erodere consenso elettorale». Con questa dichiarazione il presidente di demA Luigi de Magistris e il segretario nazionale Enrico Panini aderiscono all’appello «Questa Lega è una vergogna» sottoscritto da diversi intellettuali, giornalisti, cittadini e rappresentanti delle istituzioni contro il raduno della Lega Nord a Campagna in provincia di Salerno il prossimo 29 e 30 settembre alla presenza di Matteo Salvini. L’appello ha tra i suoi primi firmatari Roberto Saviano, Maurizio De Giovanni, Isaia Sales e Sandro Ruotolo ed è disponibile sul sito www.questalegaeunavergogna.it dove, in pochi giorni, ha raggiunte migliaia di adesioni. «Le politiche di odio e rancore portate avanti da Salvini e dal suo partito non troveranno mai cittadinanza al Sud – spiegano de Magistris e Panini – per questo riteniamo necessario supportare ogni azione civica e sociale che si contrapponga ad un vento pericoloso che spira in tutta Europa e che in Italia ha trovato in Matteo Salvini il suo interprete, demA parteciperà alla mobilitazione di Campagna il prossimo 29 e 30 settembre. All’odio – concludono i vertici di demA – contrapponiamo l’accoglienza, alla discriminazione contrapponiamo l’inclusione sociale, alla propaganda becera contrapponiamo l’idea di un’Italia fondata sulla solidarietà e sulla difesa dei diritti sociali di tutti».

—>> Leggi anche:
– Nasce il movimento questalegaeunavergogna
-Pontida del Sud, la Lega sbarca nel meridione
– Vitalizi, paga anche Ilona Staller
-Rifiuti, De Magistris: stretta contro chi abbandona in strada

lunedì, 10 settembre 2018 - 18:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA