Giustizia, Bongiorno-Mascherin: «Troppi vuoti nelle cancellerie, la priorità è coprire i posti vacanti»

Giulia Bongiorno

Assumere personale per coprire i «troppi vuoti in essere nelle cancellerie» degli uffici giudiziari. Questa la «necessità» che il presidente del Consiglio nazionale forense, Andrea Mascherin, ha condiviso con il ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, in un incontro svolto questa mattina. Il tema delle assunzioni era già stato toccato da Mascherin in occasione del suo discorso inaugurale al congresso forense a Catania la scorsa settimana, in cui il presidente del Cnf aveva ricordato che «le vere riforme dipendono prima di tutto dagli investimenti in organici di magistrati, di personale, in edilizia giudiziaria». Nel corso del colloquio, si è parlato – riferisce il Cnf con una nota – anche del rafforzamento del ruolo dell’avvocato in Costituzione, «progetto con il quale il ministro Bongiorno si è detta d’accordo e pronta a dare il proprio contributo», raccontano gli avvocati. «E’ stato un incontro molto positivo, attesa la concretezza del ministro e la sua conoscenza delle problematiche relative alla Giustizia e alla nostra professione. Sicuramente il Cnf e le rappresentanze tutte dell’avvocatura affiancheranno il ministro Bongiorno nel suo progetto di assunzioni, sapendo altresi’ di poter contare sul suo apporto per il disegno di riforma costituzionale», ha dichiarato Mascherin al termine dell’incontro.

—>> Leggi anche:
– Trapani, chiavetta Usb con esplosivo: poliziotto ferito. La pen drive destinata a un avvocato
– Giustizia, palazzi di Tribunale e procura inadeguati e pericolosi: l’Anm striglia il Governo, ma i politici fanno spallucce
– Un giornale ‘aperto’ e libero, che racconta la Giustizia, la politica e non dimentica le vittime innocenti: 8 mesi di racconti

lunedì, 8 ottobre 2018 - 16:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA