Los Angeles, killer apre il fuoco in locale dove c’erano 200 universitari: bagno di sangue, un poliziotto ferito

Los Angeles, killer spara su studenti universitari durante una festa in un locale

Undici feriti, tra cui un agente. Quanto alle vittime è impossibile stabilire con certezza quante siano. Strage in California, alle porte di Los Angeles. L’ultimo bilancio parlava di 12 morti, ma il timore è che all’interno del locale di Thousand Oaks, nella contea di Ventura (a circa 64 chilometri dal centro di Los Angeles) ci possa essere stato un bagno di sangue. Intorno alle nove e mezza di questa mattina (ora italiana), a Los Angeles in California (dove era circa mezzanotte), una persona è entrato nel locale ‘Borderline Bar Country & Western’ e ha aperto il fuoco. Si tratta di un ragazzo di 20 anni, che avrebbe anche lanciato dei fumogeni nel locale prima di sparare. Dentro era in corso la festa settimanale dei ragazzi dei college della zona, a base di musica country: presenti circa 200 ragazzi, fra i 18 e i 21 anni. I primi ad essere colpiti un buttafuori e la cassiera. Tra le vittime vi è anche un vice sceriffo, Ron Helus, che era stato tra i primi a rispondere all’allarme scattato verso le 23.30. «Ron era un grande lavoratore, e questa notte, come ho detto alla moglie, è morto da eroe, è entrato per salvare delle vite», ha detto, visibilmente commosso, lo sceriffo Geoff Dean parlando dell’agente che era da 29 anni nella polizia e che il prossimo anno sarebbe andato in pensione.
(seguono aggiornamenti)

Leggi anche:
– Porte modificate e grate per spacciare, militari smontano fortino nel Napoletano
– Salerno e provincia, spaccio e detenzione: emesse 11 ordinanze cautelari
– Droga, oltre 50 arresti tra Milano, Genova, Roma e Cagliari. Sequestrati beni per 4 milioni e 270 chili di stupefacenti
– Prescrizione,
c’è l’accordo Lega-grillini: resta il blocco dopo la sentenza di primo grado, ma se ne parla tra un anno
– Pernigotti, dopo 160 anni chiude lo stabilimento di Novi Ligure: 100 licenziati, addio gianduiotti. Sindacati in rivolta
– Caserta, arrestati i complici del ladro inseguito dal carabiniere Emanuele Reali morto sul lavoro: sono tre napoletani
– A Caserta lutto cittadino per Emanuele Reali, morto mentre svolgeva il suo dovere. Il ricordo dell’Arma

giovedì, 8 novembre 2018 - 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA