Prescrizione, il magistrato Galgano su ‘Repubblica’: «Per fermare le lentezze dei processi controllate i magistrati»

Aula di tribunale

Vincenzo Galgano è un magistrato (in pensione) che le cose non le manda certo a dire. Nell’ottobre del 2009, giusto per rinfrescare la memoria a chi ha dimenticato l’episodio o per renderlo noto a chi se l’è perso, si scagliò a muso duro contro certi pm accusandoli di «fanatasimo» e spiegando che questa ‘mania’ «provoca sofferenze alla gente e alla collettività». Poi parlando più in generale della qualità dei magistrati disse: «Gli altri hanno cento cavallucci. Noi dieci stalloni di razza, ma novanta asini». All’epoca in cui rese queste dichiarazioni nel corso di un’intervista al ‘Corriere del Mezzogiorno’, Vincenzo Galgano era procuratore generale a Napoli.

Adesso Galgano è in pensione ma l’occhio critico attraverso il quale ha sempre guardato all’operato della magistratura è rimasto lo stesso. Nella giornata di ieri, 7 novembre, il quotidiano ‘Repubblica’ ha ospitato un lunghissimo intervento di Galgano sulla riforma della prescrizione che da settimane tiene in ostaggio il dibattito politico. Un intervento il cui contenuto, ci scommettiamo, ha fatto poco o nulla piacere ai magistrati. «Un fattore, che non è atto a risolvere il problema della insopportabile lentezza delle procedure, ma che a tanto contribuirebbe, va trovato nella totale mancanza di controlli sulla attività dei magistrati», scrive Galgano. E ancora: «I magistrati italiani sono esclusi da ogni controllo operativo della loro attività. Le pigrizie, le lentezze, le negligenze non sono dai capi degli uffici individuate e represse; non sono produttive di effetti disciplinari, salvo casi rarissimi (….) Non è impossibile, quindi, rinvenire in un numero non irrilevante di loro eccessiva disinvoltura di contegno, pigrizia, ignoranza e quel distaccato cinismo che è proprio degli ambienti impiegatizi piccolo- borghesi». Questi sono solo alcuni dei passaggi del lunghissimo intervento che è possibile leggere sul sito online di ‘Repubblica’. E, pertanto, visto che l’appropriazione (furbesca e indebita) dei contenuti giornalistici lavorati da parte di altre testate è una metodologia di lavoro che non ci appartiene, vi rimandiamo alla lettura – per chi ne fosse interessato – del testo integrale. (Per leggere l’intervento dell’ex procuratore generale Galgano sul sito Repubblica basta cliccare sul link)

Leggi anche: 
Prescrizione, c’è l’accordo Lega-grillini: resta il blocco dopo la sentenza di primo grado, ma se ne parla tra un anno. L’analisi del compromesso. 
– Truffa per 4 milioni ai danni di famiglie, anziani e risparmiatori, arrestati due promotori finanziari ed un imprenditore
– Messenger, su Facebook si potranno cancellare i messaggi inviati: la nuova funzione che imita WhatsApp
– Revisione autoveicoli, la guardia di finanza scopre evasione per 6 milioni di euro
– Porte modificate e grate per spacciare, militari smontano fortino nel Napoletano
– Salerno e provincia, spaccio e detenzione: emesse 11 ordinanze cautelari
– Droga, oltre 50 arresti tra Milano, Genova, Roma e Cagliari. Sequestrati beni per 4 milioni e 270 chili di stupefacenti
– Pernigotti, dopo 160 anni chiude lo stabilimento di Novi Ligure: 100 licenziati, addio gianduiotti. Sindacati in rivolta

giovedì, 8 novembre 2018 - 18:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA