Ryanair non paga i debiti, la Francia sequestra un Boeing pronto al decollo:
149 passeggeri restano a terra


Il 2018 non è affatto un anno positivo per la compagnia low cost Ryanair. Nonostante gli irlandesi si prodighino in comunicati stampa per esaltare i propri ‘successi’ (mercoledì scorso si è data notizia dei 25 milioni di passeggeri trasportati dal 2008 dal capoluogo di Bologna), le brutte di notizie di cronaca corrono sempre più veloci. E’ notizia di ieri che, in Francia, un aereo della linea Ryanair pronto al decollo (un Boeing 737) è stato sequestrato dall’aviazione civile francese. Motivo: la compagnia low cost irlandese non ha ancora restituito fondi pubblici ricevuti indebitamente e quindi in Francia sono passati alle maniere forti. Se non paghi, non decolli. Con tutte le conseguenze del caso. Come quella di una possibile causa che potrebbero intentare i 149 passeggeri rimasti a terra e costretti ad un’attesa lunga cinque ore prima di potersi imbarcare su un altro apparecchio Ryanair e decollare dall’aeroporto di Bordeaux-Marignac. E con la conseguenza che, la cattiva pubblicità arrivata da questo episodio, possa asciugare la lista dei viaggiatori che stavano pensando di volare con Ryanair.

La commissione Ue nel 2014 aveva stabilito che i sussidi concessi a Ryanair da un’autorità regionale francese, poco più di mezzo milione di euro, andavano rimborsati, ma la compagnia aerea non ha mai risposto ai ripetuti solleciti. «La misura è stata presa come estremo rimedio dalle autorità francesi dopo il fallimenti di vari solleciti e tentativi di recuperare il denaro», ha spiegato la DGAC, l’autorità dell’aviazione civile. «Con questa iniziativa, il governo conferma la sua intenzione di garantire un’equa concorrenza tra compagnie aeree e aeroporti». L’aereo «resterà immobilizzato fino al pagamento della somma».

Dopo una giornata di tensioni e dopo la pessima pubblicità, la Ryanair – è notizia delle 16 circa di oggi pomeriggio – ha versato i 525.000 euro che l’aviazione civile francese le aveva chiesto di restituire e il velivolo è stato dissequestrato. L’intera procedura, come spiegato dalla Direzione Generale dell’Aviazione Civile francese, si è conclusa alle 12.30.

Leggi anche: 
– Traffico di droga, nuova condanna per ‘Genny la carogna’: il capo ultrà dei Mastiffs rimedia 18 anni
– Favori in cambio dell’assunzione del figlio, ai domiciliari alto dirigente dell’Ispettorato del Lavoro di Napoli: sequestro di beni
– Processi lenti, se la prescrizione è la conseguenza di una disfunzione | Le nostre storie sui guasti della Giustizia
– Accordo di Governo sulla prescrizione: i penalisti rispondono con 4 giorni sciopero e la protesta di piazza a Roma
– Spaccio in provincia di Napoli e Salerno, gli indagati a caccia di un lavoro
per mascherare i redditi ‘illeciti’
–  Caserta, si è presentato in caserma il ladro inseguito dal carabiniere Emanuele Reali
– Truffa per 4 milioni ai danni di famiglie, anziani e risparmiatori, arrestati due promotori finanziari ed un imprenditore
– Messenger, su Facebook si potranno cancellare i messaggi inviati: la nuova funzione che imita WhatsApp

venerdì, 9 novembre 2018 - 16:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA