Imputati detenuti ammassati in gabbia e avvocati in piedi per quasi otto ore | Le disfunzioni del sistema Giustizia


Imputati detenuti «ammassati all’interno delle quattro gabbie disponibili» nell’aula dove era in corso il processo a loro carico. Ammassati «in condizioni disumane». Per non parlare degli avvocati, costretti (alcuni) a restare in piedi per otto ore perché non c’era neppure una sedia disponibile. Sino ad arrivare ai microfoni e ai telefoni (da usare per i colloqui tra legali e detenuti in video-conferenza), che non hanno mancato di fare i capricci.

Arriva da Catanzaro l’ennesima storia di ‘mala’ giustizia, che stavolta si traduce nello stato di agitazione degli iscritti alla locale camera penale. La protesta è stata deliberata dal Consiglio direttivo della Camera penale “A. Cantafora” di Catanzaro a seguito di quanto si è verificato nel corso dell’udienza preliminare del 26 ottobre scorso nell’ambito del processo scaturito dall’operazione “Stige” contro alcune cosche del Crotonese.

«La partecipazione dell’imputato all’udienza – si legge nel comunicato della Camera penale, guidata dall’avvocato Massimo Ermenegildo Scuteri – è necessaria non solo perché in questo modo egli ha pronta contezza dell’attività giudiziaria che lo riguarda, ma anche perché egli, in qualunque momento, può rendere dichiarazioni spontanee ritenute utili in ordine ai fatti di causa. Ebbene, il rispetto di tali guarentigie – evidenzia il Consiglio direttivo della Camera penale “A. Cantafora” – non è stato assicurato ai 188 imputati del processo “Stige”. Tale deprecabile evenienza è derivata dalla assoluta inadeguatezza dell’aula bunker di Catanzaro, ovvero dell’aula individuata per la celebrazione del processo. Gli imputati detenuti presenti in aula erano, infatti, ammassati all’interno delle quattro gabbie disponibili nella predetta aula senza spazio sufficiente, e, pertanto sono stati costretti a partecipare in condizioni disumane». Ma nel comunicato la Camera penale lamenta anche la «mortificante situazione in cui il collegio difensivo, rappresentato da oltre cento difensori si è trovato a operare nel corso dell’udienza preliminare». (L’articolo prosegue sul quotidiano digitale che la redazione di Giustizia News24 realizza tutti i giorni, solo il lunedì il numero del giornale non è disponibile. Ogni giorno vi raccontiamo, anche, una storia che arriva dai Tribunali italiani sulle disfunzioni del sistema Giustizia allo scopo di accendere i riflettori su cosa non va nel ‘sistema’. Per leggere i nostri approfondimenti, per comprendere, per andare oltre le notizie più smart che offre l’informazione online, basta accedere alla sezione ‘Sfoglia il Quotidiano’ e scegliere l’abbonamento che si preferisce. Un mese costa solo 10 euro). 

Leggi anche:
– Nomina di Marra jr, assolta Virgnia Raggi: per il giudice il fatto non costituisce reato Lei scoppia a piangere in aula
– Ryanair e Wizz Air, il bagaglio a mano si paga ancora: Antitrust ignorata, scatta anche la denuncia in procura
– Processi lenti, se la prescrizione è la conseguenza di una disfunzione | Le nostre storie sui guasti della Giustizia
– Accordo di Governo sulla prescrizione: i penalisti rispondono con 4 giorni sciopero e la protesta di piazza a Roma
– Tentano di sfuggire ad un posto di blocco dei carabinieri ma sbattono contro un palo: morti due 19enni nel Bolognese
– Imputati detenuti ammassati in gabbia e avvocati in piedi per quasi otto ore | Le disfunzioni del sistema Giustizia
– 
Inferno di fuoco in California: 9 morti, distrutta la cittadina di Paradise e Malibù brucia. Le star lasciano le ville
– Trasportavano 12 chili di droga in busti e barattoli di maionese, 3 arresti a Fiumicino
Truffa informatica a tour operator Napoletano, 27 persone indagate Sequestrati beni per 1,4 milioni di euro
– Virginia Raggi imputata per falso, la procura chiede dieci mesi: nuova grana per il Movimento Cinque Stelle
– Favori in cambio dell’assunzione del figlio, ai domiciliari alto dirigente dell’Ispettorato del Lavoro di Napoli: sequestro di beni

sabato, 10 novembre 2018 - 11:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA