L’Amica geniale parte col botto: 7 milioni
di telespettatori, la Rai festeggia


“L’amica geniale” parte col botto e in Rai il risveglio questa mattina è stato all’insegna della grande festa. «E’ la conferma di un obiettivo che Rai Fiction si è data nella coerenza con la missione di servizio pubblico: una grande storia popolare a un livello eccellente di qualità, capace di toccare i sentimenti e i valori di tutti», è il commento di Eleonora Andreatta, direttrice Rai Fiction.

Ieri sera su Rai1 sono stati trasmessi i primi due episodi della serie “L’amica geniale”, tratta dai romanzi di Elena Ferrante che hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo, e il debutto televisivo è stato un successo: oltre 7 milioni di telespettatori, pari al 29.3% di share. Che su “L’amica geniale” ci fosse una grande attesa, lo dimostrano anche i risvolti ‘social’ che ha avuto la serie: nell’ultimo mese su Twitter l’hashtag #Lamicageniale è stato utilizzato quasi 15.000 volte, con un picco nella serata di ieri di 12.000 tweet. La serie, prodotta da Fandango e Wildside in collaborazione con Rai Fiction, Timvision e la rete americana HBO, è già in onda con enorme successo negli Stati Uniti, ed è stata venduta in 56 Paesi.

Dove è ambienta la fiction
Una parte della serie si svolge nel rione Luzzatti della Napoli degli anni ’50, ma non è stata girata nel rione Luzzatti. Il set è stato ricostruito fuori Caserta, nell’ex fabbrica Saint-Gobain: la ricostruzione del ‘vecchio’ rione è stato possibile grazie alla scenografia di Giancarlo Basili.

Il riassunto delle prime due punte
Nelle prime due puntate è stato raccontato l’inizio dell’amicizia tra le due protagoniste, Lila e Elena: l’incontro a scuola e i rapporti tra le famiglie del rione popolare in cui vivono, nella Napoli degli anni ’50. Il pubblico televisivo ha particolarmente apprezzato le due giovanissime interpreti: Elisa Del Genio, che interpreta Elena bambina, e Ludovica Nasti, che interpreta la piccola Lila. Elisa ha 11 anni ed è di Napoli, Ludovica 12 anni ed è di Pozzuoli, e sono entrambe esordienti. Sono state scelte da Costanzo tra 8000 bambini dopo un casting durato otto mesi fatto nelle scuole di vari quartieri di Napoli. Dai social emerge che gli utenti hanno particolarmente apprezzato anche la figura della maestra delle due bambine. La maestra Oliviero capisce il potenziale di Lila e farà di tutto perché lei ed Elena possano continuare a studiare. La maestra si confronta e si scontra con famiglie per cui era inconcepibile che una bambina potesse andare alle scuole medie, famiglie dove le figlie femmine avevano solo un destino: quello di essere mogli e madri, assoggettate agli uomini. La maestra Oliviero, che è una femminista ante litteram, una donna forte e volitiva, nella serie è interpretata dall’attrice Dora Romano, che ha lavorato molto in teatro ma ha avuto ruoli al cinema in “Profumo, storia di un assassino”, con Dustin Hoffman, e nel recente “Sulla mia pelle”. In tv era apparsa accanto a Virna Lisi nella serie tv “Madre, aiutami!”.

Il prossimo appuntamento
I prossimi episodi saranno trasmessi il 4 dicembre. Qui ci sarà un salto temporale. Lila e Lenù saranno già adolescenti: la prima dovrà vedersela con le difficoltà della scuola media e l’atra lavorerà nel calzaturificio del padre. E quindi cambieranno anche le attrici che danno volto e voce alle protagoniste. Nei nuovi episodi Lila e Lent saranno interpretare da Margherita Mazzucco e Gaia Girace.

Leggi anche:
– Napoli, Carnevale è il nuovo presidente della Camera penale: Botti battuto per 18 voti abbraccia il vincitore
Processo alla ‘ndrangheta ‘Aemilia’, disposta protezione del giudice Caruso
Traffico di droga dalla Spagna al Napoletano, eseguiti 24 arresti
– Trascinata dall’auto dell’ex e uccisa, il gip boccia la procura: fu omicidio stradale, l’imputato rimedia 4 anni e 8 mesi
– Marsiglia, palazzi crollati: c’è l’accusa di omicidio colposo aggravato, tra le vittime anche una ragazza italiana
– Napoli, Grazia accusa di violenza sessuale il presidente di Napoli Sotterranea e piange in aula durante il racconto
– Isis, l’egiziano arrestato a Milano per terrorismo si difende davanti al gip: non sono un ‘lupo solitario’
– Camorra, latitante da 15 anni: catturato il boss Orlando. All’arrivo dei carabinieri incendia pizzini, lettere e documenti di identità
– Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi, insulti e fischi per l’imputato ma anche per i due avvocati

mercoledì, 28 novembre 2018 - 15:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA