Napoli, ucciso a coltellate durante una lite: fermato presunto omicida


Un uomo di 31 anni, di origine polacca, muratore, in Italia senza fissa dimora è stato fermato in un’operazione congiunta da carabinieri e polizia con l’accusa di aver ucciso il muratore 36enne incensurato, di origine ucraina, Iurii Busuiok, trovato cadavere la sera dell’1 dicembre in via Mario Pagano, a Napoli, dai carabinieri della stazione Stella.

Il 31enne polacco, R.L. le sue iniziali, è accusato di aver sferrato i fendenti di coltello mortali. L’uomo è stato fermato da personale della Squadra Mobile e dai Carabinieri della compagnia Stella: poi è stato lungamente interrogato alla presenza di due magistrati della Procura della Repubblica di Napoli. Al termine dell’interrogatorio e delle formalità conseguenti alla sua sottoposizione a fermo del pm, è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Leggi anche:
– Salaria, esplosione dell’autocisterna: disposto il Dna sulla seconda vittima, potrebbe essere un 38enne del posto
– Huawei, arrestata la manager del colosso cinese: la guerra degli Usa e le ricadute sui mercati asiatici ed europei
– Ruby, l’avvocato che viola il segreto professionale è teste al processo a Milano
– Inchiesta sui clan a Castellammare, Greco faccia a faccia con la vedova del boss D’Alessandro e col ras Afeltra
Castellammare e clan, il gip: «Greco stimato e rispettato dai boss, riceveva uomini dei clan a casa o in azienda»
– Estorsioni, 13 arresti a Castellammare: carcere per l’imprenditore Adolfo Greco, in casa milioni di euro in un vano segreto
– Traffico internazionale di stupefacenti, blitz contro la ‘Ndrangheta: 90 arresti
– Pozzuoli, gara automobilistica in centro: 21enne investe e uccide un operaio | Video

giovedì, 6 dicembre 2018 - 14:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA