Napoli, addio all’avvocato Domenico Ducci Nuovo lutto nel mondo forense partenopeo


Quando abbiamo lanciato Giustizia News24 avevamo ben chiaro quale sarebbe stato il nostro percorso e anche le spine che avremmo trovato sul nostro cammino maneggiando informazioni non semplici.

Non avevamo messo in conto però il dover comunicare la scomparsa di persone che abbiamo conosciuto lungo il nostro personale cammino professionale, quello intrapreso quasi venti anni fa. Persone che nelle nostre vite hanno lasciato un segno, fosse anche un sorriso, un gesto di gentilezza. Come i nostri lettori avranno capito, Giustizia News24 è profondamente legato a Napoli, al mondo partenopeo della Giustizia. E’ qui, nelle aule di Tribunale, che alcune delle professionalità che oggi confezionano questo prodotto di informazione si sono formate. E’ qui che sono cresciute, che hanno imparato il confronto, è qui che le nostre coscienze, il nostro modo di guardare ai fatti e di raccontare la verità si sono modellate. Ecco perché dover scrivere, per informazione, che una persona incontrata lungo la nostra strada e che in qualche modo ha lasciato il segno non è cosa semplice. Siamo giornalisti, cronisti e da noi ci si aspetta la capacità di essere distaccati. Perdonateci, ma ci sono casi in cui abbiamo scelto di fare delle eccezioni. Ci sono casi in cui abbiamo deciso di non scrivere articoli, ma di usare le colonne del nostro giornale per rendere un omaggio. Un omaggio a chi non c’è più ma ha lasciato un segno nel nostro percorso.

L’avvocato Domenico Ducci, che si è spento martedì sera all’ospedale Fatebenefratelli per motivi di salute, è stato per chi vi scrive una di queste persone. E’ stato tra i primi avvocati che ho incrociato lungo il mio cammino professionale. Ricordo la sua gentilezza, il sorriso timido ma sincero che non mancava mai quando lo incrociavi nei corridoi del Tribunale. Ricordo la sua ironia, le battute sempre eleganti e pungenti e mai scontate. Ricordo soprattutto gli aneddoti che raccontava sul mondo della Giustizia che ha vissuto per 40 anni mentre si attendeva insieme l’inizio di un processo. Ricordo la sua infinita disponibilità, le riflessioni sul Diritto. Mimmo era una persona nobile d’animo. Oltre che un eccellente avvocato. Forse non c’è bisogno di raccontarlo, perché chi ha avuto il privilegio di conoscerlo (sicuramente meglio di me) lo sa già. Ma oggi abbiano sentito il desiderio di rendergli omaggio così, con questo ricordo. Perché è giusto dare valore e ringraziare chi anche con piccoli gesti ha lasciato un segno. E l’avvocato Ducci, Mimmo per me, è sicuramente tra questi. I funerali si terranno domattina, giovedì 20 dicembre alle 11 nella chiesa Sant’Orsola nei pressi del teatro Sannazaro. Ciao Mimmo.

Manuela Galletta

mercoledì, 19 dicembre 2018 - 00:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA