Portici, strappo tra il Pd e il sindaco Cuomo per il video degli auguri in piscina: Cuomo si autosospende dal partito

Il sindaco di Portici Enzo Cuomo e gli auguri in piscina
di Laura Nazzari

Che tra Enzo Cuomo, sindaco di Portici, e il ‘suo’ Pd non corra buon sangue, si è capito da tempo. Da quando il primo cittadino, da poco tornato alla guida di Palazzo Campitelli grazie ad un plebiscito, si ritrovò nella bufera del vitalizio da senatore al quale decise di non rinunciare salvo poi – dato il vespaio di polemiche – annunciare, con un’abile mossa tattica e populista, l’utilizzo del vitalizio per delle borse di studio in favore dei ragazzi di terza media più meritevoli. Era la fine del 2017, e già allora il Pd – anche a livello nazionale – storse il naso dinanzi all’atteggiamento di Enzo Cuomo. Qualcuno ha anche sostenuto che fu proprio quell’episodio a fermare la corsa di Cuomo alla presidenza provinciale del Pd Napoli, poi andata a Tommaso Ederoclite.

Da allora di tempo ne è passato (anche se non troppo), e i rapporti tra Cuomo non sono migliorati. Anzi, sono peggiorati. Le vecchie tensioni sono riesplose proprio nei giorni scorsi, complice il video-messaggio di auguri ai cittadini porticesi che vede Cuomo in piscina, baciato dal sole (non si sa dove fosse), mentre intona (o stona, ma sono punti di vista) ‘O sole Mio insieme a quello che lui presenta come il «maestro Musto». Così alla fine lo strappo s’è consumato: il primo cittadino si è auto sospeso dal partito. Fino a quando non si sa.
Tutta colpa di quel video – rilanciato dalla pagina Facebook di satira «Portici – Elezioni, politica e pastorizia» – che è tutt’altro che un esempio di stile e di sobrietà. Non a caso il filmato e il suo singolare protagonista si sono prestati all’ironia più feroce, tra accostamenti a Scarface e parallelismi col duo Berlusconi-Apicella.

Lui, Cuomo, si è pure difeso strenuamente, ma la pioggia di commenti ‘negativi’ arrivati dai cittadini – non solo porticesi – ha indispettito quel Pd che sta cercando faticosamente di ricostruirsi un’immagine. «Trovo veramente irrispettoso il suo video. La politica deve anche rappresentare, non solo amministrare, e questo è stato un errore di rappresentazione… Dovrebbe chiedere scusa, un errore si può anche commettere», aveva commentato nei giorni scorsi Tommaso Ederoclite nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano ‘Cronache di Napoli‘.

Parole che hanno fatto infuriare il primo cittadino di Portici, che ha così deciso di lanciare un messaggio forte a chiaro al partito al quale ha garantito la guida di un comune come Portici che invece i dem erano riusciti a perdere nelle precedenti elezioni. L’autosospensione è già stata comunicata al segretario del circolo e al gruppo consiliare.

sabato, 5 gennaio 2019 - 12:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA