Di cosa parliamo oggi nel quotidiano digitale | Giovedì 10 gennaio 2019

quotidiano digitale

Per completare le notizie che ogni giorno offriamo in modo gratuito sul nostro sito, la redazione di Giustizia News24 sviluppa tutti i giorni un quotidiano in edizione digitale (non c’è versione cartacea) che è possibile leggere su abbonamento. E ogni giorno vi mostriamo la prima pagina del quotidiano digitale affinché tutti i nostri lettori possano valutare il nostro prodotto e scegliere se abbonarsi. L’abbonamento di un mese costa 10 euro; 50 euro il semestrale. Una volta attivato, l’abbonamento NON si rinnova in automatico, ma sarete voi a scegliere se continuare a darci fiducia.

Ecco in breve i temi più importanti approfonditi nel quotidiano digitale:

Il riscatto sociale di un ex detenuto e la battaglia degli agenti della Penitenziara per fermarlo | L’apertura del quotidiano digitale è dedicato a un approfondimento sulla storia di Pietro Ioia, l’ex detenuto che ha ottenuto una parte nel nuovo film di Matteo Garrone come agente della Polizia penitenziaria. Sul sito abbiamo affrontato diversi aspetti della storia già a partire da ieri. Sull’approfondimento vi forniamo una chiave di lettura di quanto sta accadendo.

Migranti, finita l’odissea dei porofughi della Sea Watch e della Sea Eyes | I migranti sono sbarcati, l’Italia è tra gli 8 Paesi che hanno accettato di accogliere una parte dei profughi. E adesso il Governo dovrà decidere dove sistemare i migranti. Napoli – dove il sindaco Luigi de Magistris ha cavalcato la vicenda per porsi come l’anti-Salvini a livello nazionale – si è candidata ad ospitarli. Le tensioni politiche sempre più forti tra Salvini-Conte-Cinque Stelle

Lavoro | Al Comune di Castellammare è tutto pronto per il concorso che consentirà l’ingressso in Comune di 21 persone. Centralini impazziti al Comune e raffica di richieste di informazioni sulla pagina Facebook. A Castellammare sei giovani su dieci sono disoccupati. Il sogno di un posto fisso.

Giudice sotto inchiesta, c’è l’arresto | Il braccio di ferro tra procura e difesa nell’ambito di un’inchiesta per corruzione che ruota attorno a un giudice della sezione fallimentare prima in serivio a Napoli Nord e poi a Santa Maria Capua Vetere si conclude a favore della procura. Il Riesame ha ribaltato la decisione del gip e ha disposto i domiciliari del giudice Caria. Quindici in tutto gli indagati. La storia dell’inchiesta.

Legittima difesa a un passo dall’approvazione | Febbraio si avvicina. Il testo della legittima difesa tra un mese approderà alla Camera dopo l’ok ottenuto dal Senato con 195 voti a favore. Davigo riaccende le polemiche sostenendo che la Corte Europea dei diritti dell’uomo boccerà la legge, ma il Governo tira dritto. Ieri partite le audizioni alla Camera. Nell’approfondimento di oggi il punto della situazione. E domani un altro approfondimento su tutte le posizioni di quanti sono intervenuti nelle audizioni.

Processi, inchieste e storie | All’interno un approdofondimento sui processi tenutisi ieri nel distretto napoletano; la cerimonia dell’anno giudiziario attesa a Napoli per il 26 gennaio.

Cronaca | Una pagina dedicata ai fatti più importanti accaduti ieri a Napoli e in provincia

Il quotidiano digitale – uguale ai quotidiani cartacei per concetto di grafica, di ‘testo unico’ delle notizie – è un giornale nuovo. Pensato in modo nuovo. Dedicato a mirati approfondimenti. Leggo da leggero. Abbiamo rinunciato alla versione cartacea (la tradizione) per sposare la tecnologia (internet), ma senza rinunciare all’importanza degli approfondimenti e alla leggibilità che solo un giornale – inteso come una sorta di testo unico – può dare. Giustizia News24 è soprattutto un giornale libero, indipendente. E che ha al suo attivo abbonati che hanno scelto di sostenerci, e credono nel nostro giornale. Abbonati che non si sono lasciati intimorire dal dover pagare per leggere, e che anzi hanno compreso l’importanza di un’informazione controllata. E quindi che va pagata. Ci auguriamo che i nostri abbonati crescano di numero (basta accedere alla sezione ‘Sfoglia il Quotidiano’; oppure potete scriverci alla mail redazione@giustizianews24.it). Giorno dopo giorno. E noi giorno dopo giorno continueremo a mostrarvi la prima pagina del quotidiano digitale.

giovedì, 10 gennaio 2019 - 09:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA