Napoli, contribuì allo sbarco di 68 srilankesi a Catania: finisce in prigione, deve scontare un anno

Carcere di Poggioreale
Il carcere di Poggioreale

Ha contribuito nel 2002 allo sbarco a Catania di 68 suoi connazionali. Gli agenti della Squadra Mobile di Napoli hanno arrestato Fernando Kurukulasuriya, cittadino dello Sri Lanka di 50 anni, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura presso la Corte di Appello di Catania. I poliziotti hanno rintracciato l’uomo ieri mattina in un appartamento di vico Arena della Sanità, notificandogli il provvedimento dell’autorità giudiziaria in virtù del quale dovrà espiare la pena di un anno, cinque mesi e ventiquattro giorni di reclusione per favoreggiamento aggravato all’immigrazione clandestina in concorso con altri connazionali. Ora è nella Casa Circondariale di Napoli- Poggioreale. Kurukulasuriya dovrà pagare anche una multa di 990mila euro.

Leggi anche:
– 
Avellino, strage del bus caduto nella scaparta: 7 assoluzioni e 8 condanne, rabbia e urla dei parenti delle 40 vittime
Inventarono un falso caso di terrorismo arrestando anche un innocente: condanna severa per tre carabinieri

– Torre Annunziata, in Tribunale con mamma e papà avvocati: inaugurato lo spazio per bambini, iniziativa del Consiglio dell’Ordine
– Napoli, ex detenuto nei panni di un agente della penitenziaria: la sigla Spp organizza un sit-in di protesta in 2 carceri
Soldi e sesso per aggiustare procedimenti: il pm leccese Arnesano sospeso dalla funzione e dallo stipendio

Giustizia, il Consiglio di Stato boccia il Csm: annullate le nomine di 3 magistrati, stop anche il vice di Cafiero de Raho
– Lavoro, la beffa del decreto dignità: divorati i contratti a termine, ressa ai centri per l’impiego | Le storie dal territorio

venerdì, 11 gennaio 2019 - 14:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA