Canone Sky, carcere e multa
per i furbetti delle pay-tv
Sentenza della Cassazione


Carcere e multa a chi evade il canone delle tv a pagamento, come Sky, usando il cosiddetto sistema card sharing, che consiste nell’acquistare i codici necessari per vedere i programmi criptati da un soggetto terzo, una sorta di «pusher», che li vende illecitamente a più clienti e a prezzi più convenienti rispetto al canone regolare. A stabilirlo è la Cassazione che ha condannato a 4 mesi di reclusione e 2 mila euro di multa un 52enne palermitano. L’uomo, che si è difeso sostenendo di aver acquistato i codici sul web per giustificare l’assenza della smart card dalla sua abitazione, dove vedeva le trasmissioni di Sky, dovrà anche versare ulteriori 2 mila euro alla Cassa delle ammende.

lunedì, 6 novembre 2017 - 16:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA