Delitto Cesarano, l’avvocato di famiglia: «La borghesia napoletana si svegli, la camorra spara anche in casa sua»

L'avvocato Marco Campora, legale della famiglia di Genny Cesarano

«Genny Cesarano è stato vittima prima che della camorra dell’indifferenza di tutti quelli che continuano a dire che la camorra è lontana da ognuno di noi. Genny Cesarano è stato vittima dell’indifferenza della borghesia». L’avvocato Marco Campora, che ha rappresentato la famiglia Cesarano sin dalle prime battute dell’inchiesta sull’omicidio del 17enne, striglia la parte buona e benestante della città. «La borghesia napoletana riteneva che la camorra non potesse mai invadere le nostre case – insiste – . E invece questa ed altre storie hanno dimostrato il contrario. Hanno dimostrato che si spara ovunque. Si spara a Scampia, si spara alla Sanità ma si spara anche a Chiaia, il salotto buono della città. La borghesia napoletana ha il dovere di fare di più. Ha il dovere di non restare a guardare».

giovedì, 7 dicembre 2017 - 00:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA