Brusciano, 4 arresti per spaccio di crack Scoperta una ‘base’ a Roccabascerana Blitz in una casa, donna presa per armi

Il fucile a canne mozze sequestrato dai carabinieri
di Danio Gaeta

Quattro arresti per spaccio di droga e uno per armi. E’ questo il bilancio di un’operazione condotta dai carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna (coordinati dal capitano Tommaso Angelone) tra Brusciano e il piccolo centro irpino di Roccabascerana. A finire in manette con l’accusa di detenzione di stupefacenti sono A. I., 26enne; E. D. M., 33enne; A. C., 45enne e R. A., 43enne. Deve rispondere di possesso illegale di arma da fuoco, invece, G. C. di 56 anni. In due sono finiti in carcere, gli altri tre ai domiciliari.
L’operazione antidroga
Nel corso di un servizio di controllo del territorio, i carabinieri hanno bloccato il 26enne A. I. mentre viaggiava a bordo di un’auto (intestata a una società di noleggio di Vercelli). Nel corso dell’attività gli investigatori hanno rinvenuto 36 grammi di crack suddivisi in dosi. Le successive perquisizioni, eseguite nell’abitazione del 26enne a Roccabascerana, hanno portato alla scoperta di una piccola centrale per il confezionamento e lo spaccio di droga. Nell’appartamento gli investigatori hanno trovato: 75 grammi di crack divisi in dosi, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e un impianto di videosorveglianza istallato lungo il perimetro di casa. Durante il servizio sono stati arrestati anche E. D. M., 33enne; A. C., 45enne e R. A., 43enne. I tre sono stati trovati nella casa di Roccabascerana. E’ stata infine perquisita l’abitazione di uno degli arrestati ed è stato rinvenuto un fucile a canne mozze rubato a Sala Consilina. Per questo reato è stata arrestata G. C., la 56enne che occupava l’appartamento al momento del controllo.

mercoledì, 31 gennaio 2018 - 17:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA