Faida tra i Di Lauro e gli scissionisti, fissato l’Appello per i boss ‘ribelli’: imputati per l’omicidio Montanino-Salierno


Il processo di primo grado si chiuse con 14 condanne all’ergastolo. Ergastolo anche per chi, seppur in maniera assai intempestiva rispettivo alla dinamica del dibattimento, alzò la mano per recitare la sintetica formula “ammetto l’addebito”. Il 2 maggio, dinanzi ai giudici della Corte d’Assise d’Appello di Napoli, prenderà il via il processo di secondo grado sul duplice omicidio di Fulvio Montanino e Claudio Salierno, agguato che segnò l’inizio della faida di Scampia-Secondigliano alla fine del 2004. Sul banco degli imputati ci sono i boss degli scissionisti. Chi ha confessato punta ora alle attenuanti e quindi allo sconto di pena. Chi, invece, non ha ammesso gli addebiti ha davanti sé due strade.
(Continua a leggere il servizio nel quotidiano in edizione digitale)

mercoledì, 21 febbraio 2018 - 08:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA