Corpi smembrati e decapitati a Chilapa, nessuna certezza sull’identità: c’è l’ipotesi che potrebbero appartenere a campesinos

I tre napoletani scomparsi in Messico

C’è un Suv rosso con almeno cinque corpi tagliati all’interno. Trovato in Messico, in un sentiero rurale nei dintorni di Chilapa, nello stato di Guerrero, nel Sudest del paese. E poi c’è quell’ultima indicazione certa su Raffale Russo, suo figlio Antonio e il cugino Vincenzo che si spostavano in un Suv Rosso lungo le strade dello Stato di Jalisco. L’obiettivo è capire se qui corpi, smembrati e abbandonati in una strada di campagna, a mille chilometri di distanza da Tecalitlan, sono dei tre desaparecidos napoletani di cui non si hanno notizie dallo scorso 31 gennaio. Dalle prime informazioni filtrate dal Messico e acquisite dal legale della famiglia Russo, l’avvocato Luigi Ferrandino, quei corpi non dovrebbero essere dei napoletani delle Case Nuove. Al momento non è possibile dare un’identità ai cadaveri perché decapitati e senza documenti. Ma dalle caratteristiche fisiche, a partire dal colore delle pelle, si deduce che dovrebbero appartenere a messicani ‘campesinos’. Tuttavia la famiglia Russo, che aspetta di avere notizie certe dal Messico, si è detta disponibile a fornire campioni di Dna per effettuare comparazioni. Lo stesso legale della famiglia ha fatto sapere di essersi già mosso in tal senso. Intanto in questi giorni partirà una task-force dell’Interpol che aiuterà gli investigatori locali a fare luce sulla sorte dei tre napoletani garantendo nel contempo la correttezza dell’attività investigativa. Negli ultimi giorni, infatti, sono tante le voci che sono arrivate dal Messico, soprattutto sulla veridicità delle dichiarazioni fornite dai quattro poliziotti accusati di aver ‘consegnato’ nelle mani della criminalità locale i tre napoletani. Per Francesco Russo la cosa più importante è individuare i due agenti ricercati, Hugo Martinez Muniz e Hilarion Mejia Farias, rispettivamente, responsabile e capitano della presidencia municipal di Tecalitlan.

Dg

DOMANI GLI APPROFONDIMENTI SUL QUOTIDIANO DIGITALE

sabato, 10 marzo 2018 - 13:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA