Rapinarono una banca a Isernia ma persero il cellulare durante la fuga: arrestati tre napoletani

carabinieri

Un colpo in banca milionario e un errore fantozziano. Nelle prime ore di oggi i carabinieri hanno arrestato tre napoletani in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare: l’accusa in calce al mandato è quella di rapina. I tre, in particolare, sono accusati di aver assltato la Banca Intesa San Paolo di Venafro, già Banca dell’Adriatico. I rapinatori, dopo aver colpito con il calcio della pistola uno degli impiegati, procurandogli una ferita al volto, legarono con fascette di plastica il personale della banca, rinchiudendolo all’interno del locale dove era situata la cassaforte. Bottino del raid: 5mila euro. Ma il punto è che, durante la fuga, uno dei tre perse il telefonino cellulare. Un errore fantozziano, che ha consentito ai carabinieri di riuscire a risalire alla banda.

->>> Seguono aggiornamenti

mercoledì, 2 Maggio 2018 - 09:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA