Morti sul lavoro, tragedia a Giugliano: 34enne investito da un camion dell’azienda per la quale lavorava


Ancora un morto di lavoro. Ancora una vita spezzata. A meno di 24 ore dalla tragedia che si è verificata ieri sera a Sant’Antonio Abate dove Luigi Chierchia, di appena 21 anni, ha perso la vita perché rimasto schiacciato da alcune lastre di marmo, dal comune di Giugliano rimbalza un’altra tragedia. La vittima è un 34enne di origini romene, con un regolare contratto di lavoro: l’uomo si trovava nel di un’azienda specializzata nella raccolta di scarti della macellazione quando è stato investito da un camion venuto a recuperare carcasse di animali che avrebbe eseguito una manovra senza accorgersi della sua presenza. La vittima viveva a Villa Literno, era sposato e aveva due figli in tenera età.

—>> Sullo stesso argomento leggi anche: 

Muore a soli 21 anni sul posto di lavoro, Luigi schiacciato dalle lastre di marmo: 67enne indagato per omicidio colposo

giovedì, 3 maggio 2018 - 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA