Napoli, minorenni girano con in mano dei coltelli a serramanico: fermati dalla polizia Sulle baby gang Fi accusa DeMa e De Luca


Giravano con due coltelli a serramanico. E, con buona probabilità, se li erano procurati per usarli. Due minorenni sono stati fermati ieri sera in piazza Scipione Ammirata, zona Materdei, dagli agenti che erano impegnati in un servizio di controllo. Alla vista della polizia uno dei due ragazzini ha anche gettato a terra il coltello che nascondeva nella mano destra, circostanza che ha lasciato intendere agli investigatori che la coppia fosse pronta a commettere qualche reato. Il coltello era a serra manico di colore nero-grigio, per una lunghezza di 15 cm e lama di 7 cm. I due minorenni sono stati affidati ai genitori. Pochi giorni fa nell’area a est di Napoli un ragazzino di 10 anni è stato scoperto con un coltello per conciare le pelli nascosto nello zaino: il ragazzino si era recato a scuola con la lama. Proprio sul tema delle baby gang e delle violenze che si consumano anche tra i più piccoli il Presidente del Gruppo regionale di Forza Italia, Armando Cesaro e il Segretario Federale di Sud Protagonista, Salvatore Ronghi hanno annunciato un confronto aperto sulle politiche giovanili e sull’emarginazione dell’identità culturale ed artistica napoletana .«Il fenomeno delle baby gang, delle violenze che si consumano nelle notti della movida napoletana, così come quello del bullismo particolarmente avvertito nelle scuole, rappresentano una vera e propria emergenza sociale che rischia di danneggiare quella che è la più importante ricchezza del nostro territorio: i giovani», sottolinea Cesaro, per il quale «il governo De Luca e l’amministrazione De Magistris sono i principali responsabili, per la loro incapacità politica, dello stato di sbando e di abbandono delle giovani generazioni a Napoli e in Campania».
«Alla base dei fenomeni di devianza giovanile c’è una grave perdita di valori in una realtà sociale, come quella di Napoli e della Campania, che non offre prospettive occupazionali e di vita per i giovani e che è stata devastata dall’incapacità di De Luca e di de Magistris di valorizzare l’identità e la cultura del nostro territorio», ha sottolineato Ronghi, per il quale «occorre ripartire da una seria proposta politica che punti innanzitutto sul recupero e il rilancio dei nostri valori culturali e sociali».

–>> Leggi anche: 

Napoli, va a scuola con un coltello nello zaino: scoperto bambino di 10 anni, denunciato il padre

giovedì, 24 maggio 2018 - 13:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA