Napoli, aggressione violenta ad Arturo: il 17enne riconosce anche l’ultimo arrestato con l’incidente probatorio


Ha riconosciuto anche l’ultimo dei suoi aggressori. Ha riconosciuto anche il 15enne arrestato dalla polizia agli inizi di aprile. Arturo, il 17enne accoltellato nel dicembre 2017 in via Foria e quasi sgozzato da uno dei suoi aggressori, ha affrontato ancora una volta l’incidente probatorio, un’udienza ‘speciale’ nel corso della quale gli elementi raccolti diventano prove e questo prima che si vada a processo. Col riconoscimento del 15enne, Arturo ha completato l’identificazione del branco che senza motivo lo aggredì rischiando di ucciderlo. Già riconosciuti un 17 e un 15enne, che sono detenuti. Non è imputabile, invece, un quarto ragazzino che ha soli 12 anni. Tutti gli arrestati sono accusati di tentato omicidio.
Grazie all’incidente probatorio, Arturo non dovrà comparire in aula quando sarà fissato il processo.

—>>> Leggi anche: 

Napoli, accusato di aver molestato una 15enne in via Toledo: 50enne ai domiciliari

lunedì, 28 Maggio 2018 - 22:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA