Rivolta con incendio nel carcere minorile Beccaria a Milano, dimessi gli agenti e i detenuti intossicati

Cella Carcere

Sono stati tutti dimessi i 5 giovani in cella al Beccaria, il carcere minorile di Milano, e i 4 agenti di polizia penitenziaria rimasti lievemente intossicati per l’incendio provocato ieri pomeriggio per protesta dei giovani detenuti che hanno bruciato alcune lenzuola e dei materassi di spugna. L’allarme è scattato attorno alle 18 nel reparto al secondo piano della struttura penitenziaria di via Calchi Taeggi e dove si trovano i ragazzi più grandi e cioè quelli sono vicini ai 18 anni. Durante le operazioni per domare le fiamme, non senza alcuni momenti di tensione, i detenuti sono stati trasferiti nel cortile della struttura. Cinque di loro sono stati portati al San Carlo e sono stati subito dimessi, così come tre dei quattro agenti trasferiti due al San Paolo e due al Fatebenefratelli: uno di questi è rimasto in osservazione.
Nella giornata di ieri anche nel carcere di Poggioreale si sono verificati momenti di tensione altissima, perché un detenuto nel padiglione Milano ha dato fuoco a un materasso e si è dovuti procedere all’evacuazione di 70 detenuti. 

domenica, 8 luglio 2018 - 14:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA