Genova, crollo del ponte sull’A10: l’ultimo bollettino dell’apocalisse, 22 morti

Genova
Il ponte Morandi crollato a Genova sull'Autostrada A10

L’ultimo ‘bollettino’ sulla sciagura di Genova è drammatico, e i soccorritori temono che sia destinato a salire: 22 le persone rimasta uccise dal crollo del Ponte Morandi sull’Autrostrada A10 che intorno a mezzogiorno di oggi, 14 agosto, è venuto giù come un castello di sabbia. Ventidue vite spezzate, ventidue storie schiacciate dalle macerie. Aumenta anche il bilancio dei feriti. In ospedale ci sono non solo le persone estratte vive dalle macerie, ma anche persone rimasta ferite nelle abitazioni che sono state schiacciate dalla struttura. Si tratta di una donna di circa 75 anni intossicata dai fumi a seguito di un incendio che ha interessato la sua abitazione dopo il crollo del ponte. Un uomo sui 30 anni ha un importante trauma toracico e un grave trauma cranico. Un terzo ferito, un uomo di 46 anni della Repubblica Ceca, e’ in codice giallo. Messaggi di solidarietà e di vicinanza a Genova e ai suoi cittadini arrivano da ogni parte di Italia. E non solo. Anche Macron (Francia) e Merkel (Germania) hanno rivolto un pensiero alle vittime e allora famiglie.

—>>> Segui tutti i ‘lanci’ sulla notizia:
– 
Genova e la sua difficile notte: evacuate 50 famiglie, allestiti diversi centri di fortuna Rabbia e dolore per le vittime del crollo
– «Oh Dio, oh Dio», le urla in diretta. Ci sono vittime, 2 persone estratte vive
Inaugurato nel 1967 Tre anni fa le denunce inascoltate delle associazioni: radici di alberi nei piloni
– Il ponte è crollato sul centro Amiu, un’azienda ambientale: non si sa quante persone fossero all’interno. Il ministro della Difesa pronta a inviare le forze armate, allestite unità di crisi negli ospedali

martedì, 14 agosto 2018 - 15:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA