Sindaco di Riace, Salvini e M5S attaccano La Rai sospende la Fiction, Fiorello con Lucano: «Allora arrestateci tutti»

Uno sbarco di migranti (Foto Kontrolab)

L’arresto del sindaco di Riace Domenico Lucano ha sollevato una scia infinita di polemiche tra i ‘colpevolisti’ ad oltranza e chi invece cerca di difendere l’operato del primo cittadino.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a Napoli per presiedere il comitato provinciale di sicurezza e ordine pubblico, ha commentato con ironia: «Chiedete un commento a Saviano, alla Boldrini, ai campioni dell’immigrazione fuori controllo».

Non si è fatta attendere la replica della Boldrini. «Le decisioni della magistratura, come sempre vanno rispettate, ma sono certa che Mimmo Lucano saprà dimostrare la sua totale estraneità ai fatti che gli vengono contestati. Il Sindaco di Riace ha prodotto un modello di accoglienza che ha avuto riconoscimenti anche internazionali». Ha detto l’ex presidente della Camera. «Con la sua azione ha non soltanto aiutato richiedenti asilo e rifugiati che cercavano in Italia quella sicurezza che non avevano nei loro Paesi, ma ha risollevato l’economia di un territorio che, come tante nostre aree interne, si stava spopolando. E questo è avvenuto in una zona, la Locride, da sempre minacciata dalla presenza della criminalità organizzata. A Mimmo Lucano la mia solidarietà».

Messaggi di solidarietà sono arrivati da più parti. «Siamo tutti in pericolo, punto. Il sindaco #domenicolucano è stato arrestato per aver accolto non per aver favoreggiato, allora #arrestatecitutti”. Lo scrive su Twitter Beppe Fiorello, che in una fiction Rai ancora non andata in onda (e sospesa in attesa delle decisioni della magistratura), interpreta il sindaco di Riace Domenico Lucano. “Crederò in te più di prima – scrive inoltre Fiorello -. Qualcuno si porterà sulla coscienza la vita di un uomo straordinario, io lo so che Mimmo non sopporterà questa vergogna, ora cerco parole per difenderlo ma mi rendo conto che non va più difeso, va amato come lui ama il prossimo». Fiorello invita poi il Papa a intervenire: «@Pontifex_it a lei la parola, la spieghi lei a questa politica la differenza tra accogliere i bisognosi e favorire le mafie».

Sostegno al sindaco Lucano è arrivato anche dal Partito democratico, da Rifondazione Comunista e dal parroco don Biancalani: «Sono sconvolto e dispiaciuto, non mi aspettavo un provvedimento di questo genere. Chi lavora per l’accoglienza in questo paese non è ben accetto, e non solo non viene facilitato, ma viene anche ostacolato. Sembra esserci un attacco verso una figura scomoda».

Dura, invece, la posizione del Movimento 5 Stelle che è sempre più appiattito sulle posizioni della Lega. «Riace non era un modello, è finita l’era del business dell’immigrazione». E’ questo il titolo di un post del Blog delle Stelle in cui il sottosegretario all’interno M5S Carlo Sibilla sottolinea: «Il sistema dell’accoglienza targato Pd ha creato più indagati che integrati. Il governo del cambiamento ha dichiarato guerra al business dell’immigrazione. Nel Dl sicurezza ci saranno già risposte importanti, operiamo una stretta doverosa sui controlli delle spese di danari pubblici»

—>>Leggi anche:

Riace, favoreggiamento dell’immigrazione Arrestato il sindaco Domenico Lucano

martedì, 2 ottobre 2018 - 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA