Davide Bifolco, sconto di pena in Appello per il carabiniere che uccise il 17enne per errore

Il 17enne Davide Bifolco ucciso da un colpo di pistola esploso da un carabiniere

Due anni di reclusione con il beneficio della sospensione condizionale della pena. Colpo di scena al processo in Appello sull’omicidio di Davide Bifolco, il 17enne del rione Traiano (Napoli) rimasto ucciso da un colpo di pistola partito dall’arma di un carabiniere nelle concitate fasi di un inseguimento. I giudici della seconda sezione della Corte d’Appello di Napoli hanno drasticamente ridotto la condanna disposta in primo grado, salvando così di fatto il posto di lavoro all’imputato. Accolto il concordato tra procura generale e difesa. Gianni Macchiarolo, il carabiniere sotto accusa, ha rimediato due anni anziché i precedenti 4 anni 4 mesi disposti dal gip Ludovica Mancini del Tribunale di Napoli all’esito del giudizio abbreviato. (seguono aggiornamenti sul nostto sito)

Sullo stesso argomento leggi anche:
Davide Bifolco, la mamma sviene dopo la sentenza. Urla contro i carabinieri

 

martedì, 16 ottobre 2018 - 12:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA