Morti sul lavoro, lunedì lo sciopero a Vicenza dopo il decesso di Camposilvan


Un’ora di sciopero al termine di ogni turno di lavoro è proclamata per lunedì 22 ottobre prossimo da Fim, Fiom, Uilm di Vicenza, in segno di protesta e solidarietà dopo la morte di Marco Camposilvan, avvenuta giovedì scorso in seguito a una scarica elettrica mentre stava lavorando a Marano Vicentino. «Vogliamo ribadire ancora una volta – affermano i sindacati in una nota – che non è più accettabile nel 2018 continuare a morire di lavoro; non è più accettabile inseguire il profitto a tutti i costi, giocando sulla vita e sulla salute dei lavoratori; non è più accettabile che per poter stare sul mercato le aziende debbano lavorare al massimo ribasso, scaricando i costi di questa modalità di lavoro a scapito della sicurezza dei lavoratori». Fim Fiom e Uilm chiedono infine «che le aziende e gli Enti preposti attuino da subito le misure che i metalmeccanici hanno unitariamente richiesto a marzo di quest’anno, alla Regione Veneto e alle Associazioni Imprenditoriali».

 Leggi anche:
– Penalisti, Migliucci cede il testimone: oggi l’elezione del nuovo presidente dell’Ucpi, ecco le due squadre in campo
– Congresso dei penalisti, Nicolas Balzano: «Il legislatore è schiavo della piazza, gli avvocati difendano la Giustizia»
– Congresso dei penalisti, Riello: «I magistrati hanno fatto errori. La politica smetta di delegare al processo penale»
– Congresso dei penalisti, Bonafede dà forfait e manda una lettera. Pecorella lo censura: «Non merita di essere letta»

domenica, 21 Ottobre 2018 - 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA