Verona, accoltella la ex in strada e fugge all’arrivo di un poliziotto. L’orrore in 50 secondi di filmato

Violenze

Un agguato. Un agguato tesole dall’uomo che diceva di amarla. Tesole dall’uomo che non ha esitato a scagliarsi conto di lei, con l’intento di ucciderla, sol perché non riusciva ad accettare la fine della loro storia dalla quale era nata una bimba che oggi ha due anni.
A Verona, questa mattina, una donna di 31 anni ha rischiato di morire. Ora è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Borgo Trento. L’ex compagno, che di anni ne ha 30 è invece in stato di fermo: si è costituito ai carabinieri poco dopo.
A soccorrere la donna, di origini romene come il fermato, è stato l’ispettore Andrea Scamperle che si stava recando al lavoro in Questura. E’ passato vicino al sottopasso della stazione ferroviaria di Porta Nuova, e ha notato un uomo che stava aggredendo una donna. «Pensavo a una lite, mi sono fermato – ha raccontato – e allora ho visto che l’uomo impugnava il coltello». Se il poliziotto non fosse intervenuto, mettendo in fuga il 30enne, forse questa mattina le cronache avrebbero raccontato dell’ennesimo omicidio provocato dall’incapacità ad accettare la fine di un amore.
L’aggressione è stata anche ripresa dalle telecamere. Cinquanta secondi di ferocia. Epilogo di una storia di aggressioni e angherie alle quali la 31enne aveva anche cercato di sottrarsi. Lei e la sua bimba erano ospiti da mesi in una casa-albergo; aveva anche trovato un lavoro offerto da una cooperativa non veronese che si occupa di pulizie. E questa mattina si stava recando al lavoro, quando l’uomo l’ha aggredita.

–>> Leggi anche: 
– Morto Keiichiro Kimura, il ‘papà’ dell’Uomo Tigre e di Mimì e la nazionale di pallavolo. I ‘suoi’ immortali cartoni cult degli anni ’80
– Il Pd sconfitto in Trentino e la solita vuota litania, l’aspirante segretario Nicola Zingaretti: «Il partito deve cambiare»
– Napoli, i ruoli della banda del buco: esperti in informatica e sistemi elettrici, una guardia giurata e un dipendente del Comune | Tutti i nomi degli arrestati (sono di Napoli e provincia)
– Torino, tragedia di piazza San Carlo (in occasione della partita Juve-Real Madrid): comincia l’udienza preliminare, il lungo appello delle vittime | I racconti dei sopravvissuti
– Napoli, un dipendente del Comune era il consulente di una ‘banda del buco’. Lavorava al servizio fognature. Eseguiti 12 arresti
– Napoli, spaccio di droga tra via Foria e corso Garibaldi: sequestrati stupefacenti e soldi

martedì, 23 ottobre 2018 - 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA