Abusò di bambini disabili ospiti in case-famiglia a Napoli e Roma, arrestato ex educatore in fuga dal 2013

Cella Carcere

L’hanno arrestato in Albania, dove era fuggito per cercare di evitare scontare la condanna definitiva che l’aveva colpito. Un ex educatore di 45 anni sconterà adesso la condanna a 13 anni, un mese e 29 giorni che gli è stata comminata perché abusò di minori disabili ospiti in case-famiglia di Roma e Napoli. I fatti contestati si sono verificati tra il 2003 ed il 2011.
L’uomo è destinatario di ordine di esecuzione per cumulo pena emesso dalla procura della Repubblica di Velletri (Roma) a 13 anni, 1 mese e 29 giorni di carcere. Il 45enne è ritenuto responsabile di diversi abusi sessuali ai danni di bambini con problemi di salute a lui affidati e ospitati presso strutture gestite da varie cooperative sociali per le quali svolgeva la propria attività lavorativa. Era irreperibile dal 2013. La sua fuga è finita a Kombinat, vicino Tirana, dove vive la sua compagna, di nazionalità albanese, che gli aveva dato ospitalità.

Leggi anche: 
– Desirée Mariottini, arrestati gli aguzzini: la 16enne drogata, stuprata e uccisa | L’orrore di Roma e le indagini lampo
– Alex, il bimbo di 18 mesi che ha bisogno di un trapianto di midollo osseo per sopravvivere: gara di solidarietà
– ‘Ndrangheta in Emilia Romagna: 40 condanne definitive, 8 anni e mezzo al poliziotto. Processo da rifare per Pagliani
– 
Cucchi, il depistaggio per coprire la verità: indagati 5 carabinieri e un avvocato. Intercettazione choc: «Magari morisse»

giovedì, 25 ottobre 2018 - 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA