Prescrizione, Cantone boccia Bonafede: «Con la certezza che i processi sono eterni, i processi non si svolgeranno mai»

Raffaele Cantone
Raffaele Cantone, il presidente dell'autorità italiana anticorruzione

Non è più solo un avvocato, Giulia Bongiorno, a criticare la riforma del blocco della prescrizione dopo la sentenza di primo grado. Questa volta a bocciare l’idea che il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede non vuole abbandonare, nonostante le polemiche e la rottura – su questo punto – con la Lega, è un magistrato. Raffaele Cantone, presidente dell’Anac ma in passato pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha affermato che l’idea di sospendere la prescrizione «non mi convince». Per Cantone «l’idea di allungare sine die i tempi del processo è prima di tutto in contrasto con la Costituzione e con il principio di ragionevole durata. Soprattutto avrebbe l’effetto opposto di rendere molto meno veloci i tempi dei processi».

«Alla fine – ha osservato Cantone – con la certezza che i processi non si prescriveranno, non si svolgeranno mai. Noi invece abbiamo la necessità che i processi si facciano e si stabilisca in tempi rapidi chi è colpevole e chi innocente, non tra vent’anni. Serve una giustizia veloce che consenta di avere effetti, come il famoso daspo, che abbiano un senso. In questo senso nella legge c’e’ una contraddizione: rafforziamo le pene accessorie ma rischiamo di allungare i tempi della decisione e quindi le pene accessorie non si applicherano mai». (segui gli aggiornamenti sul sito sulla riforma cliccando sul link o sul ‘tag’ prescrizione). (Sul numero di domani, 6 novembre, del quotidiano digitale ancora un approfondimento sul tema della prescrizione che sta spaccando Lega e Cinque Stelle, e sta aumentando le distanze tra Bonafede e i penalisti. Per leggere i nostri servizi basta abbonarsi accedendo alla sezione ‘Sfoglia il Quotidiano’. Prova il giornale per un mese, costa 10 euro, e poi decidi se rinnovare l’abbonamento). 

Leggi anche:
– Prescrizione, incontro avvocati-Bonafede. Penalisti irremovibili: «Sarà lotta dura». L’Ocf usa invece il bastone e la carota
– Prescrizione, il ‘bluff’ dell’emendamento ritirato; l’analisi politica; le polemiche; il punto di vista di un magistrato | I nostri approfondimenti sul quotidiano digitale
– Bonafede chiede scusa agli avvocati dopo averli definiti ‘azzeccagarbugli’ ma la toppa è peggiore del buco
– Borsellino, il Viminale chiede i danni a 3 poliziotti accusati di depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio: 60 milioni di euro | Il processo, il caso
– Camorra, arresti a Ponticelli: nel mirino il gruppo Minichini, il leader già in cella per l’omicidio dell’innocente Colonna
– Appalti pubblici, bufera nel Cosentino: arrestati sindaco, vice e funzionari pubblici | Eseguite 14 misure cautelari
– Bagagli a mano, l’Antitrust ferma Ryanair. Ma c’è già chi ha pagato il supplemento, la compagnia aerea promette ricorso

lunedì, 5 novembre 2018 - 21:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA