Processo civile, Bonafede vuole rottamare l’atto di citazione: «Ci sarà un modello unico da scrivere e depositare»

Alfonso Bonafede
Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede

«Manderemo definitivamente in pensione l’atto di citazione. Magari non rivoluzioneremo così il processo civile, ma è uno dei tanti tasselli di un quadro di semplificazione che stiamo portando avanti con determinazione e che presenteremo nel corso della prossima settimana». Lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede (M5S), a margine dell’inaugurazione dell’ufficio di prossimità nei locali del giudice di pace di Empoli (Firenze). «Questo – prosegue il Guardasigilli – lo abbiamo già detto tante volte e scritto prima del voto, confermandolo nel contratto di Governo. Siccome per noi è importante mantenere gli impegni, l’atto di citazione andrà in pensione e così gli avvocati avranno un unico modello da scrivere e da depositare, i cancellieri avranno un unico modulo da instradare nel contenzioso e sarà tutto più semplice».

 

Leggi anche:
– 
Roma, il presidente grillino si dimette ma non molla il Coa: elezioni calde, l’avvocatura alla resa dei conti
– I soldi falsi? Ora si vendono su Internet. Cinque minorenni acquistano il denaro e fanno shopping: denunciati
– Napoli, angeli dorati rubati 22 anni fa: carabinieri li restituiscono alla Diciocesi | La storia
– Accoltella un compagno di scuola, arrestato 14enne nel Casertano
– Napoli, spara sotto casa della ex e fugge investendo poliziotto: arrestato 60enne
– Capodichino, c’è l’asta degli oggetti smarriti in aeroporto: in vendita pc, tablet ma anche anelli e bracciali in oro
– A Napoli un uomo ucciso a coltellate durante una lite

lunedì, 3 Dicembre 2018 - 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA