Megalizzi, bandiere a mezz’asta in tutta Italia nel giorno dei funerali e Trento chiude i negozi durante le esequie


Bandiere a mezz’asta su tutti gli edifici pubblici d’Italia. E a Trento negozi chiusi per tutta la durata dei funerali. L’Italia e Trento saluteranno così, giovedì 20 dicembre, Antonio Megalizzi, il giornalista di 28 anni rimasto ucciso nell’attentato di Strasburgo per mano di Cherif Chekatt, poi ucciso dalla polizia. Alle esequie parteciperanno il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro.

La salma di Antonio è adesso nella camera ardente allestita nella chiesa di Cristo Re, nel quartiere dove Antonio viveva con la famiglia. La bara, posta davanti all’altare e circondata da mazzi di fiori e fasciata nel tricolore e nella bandiera dell’Unione europea, è stata per tutto il giorno meta di cittadini che hanno portato l’ultimo saluto a Megalizzi. In molti hanno portato un biglietto e poi lo hanno lasciato nel cestino in fondo alla navata centrale della chiesa, con scritto “Un pensiero per te, Antonio”.

Vicino, un registro per le firme ed accanto un rosa bianca e la foto di Antonio, sorridente. I compagni di corso di Antonio Megalizzi, del Master in European and International Studies (Meis), hanno di voler organizzare, con l’approvazione della famiglia di Antonio, una fiaccolata per le vie di Trento venerdì 21 dicembre, alle 19: “Lo scopo e lo spirito dell’iniziativa è di ricordarlo come persona, nel rispetto del riserbo voluto dalla famiglia e senza sfociare nel politico”, dicono i compagni di Antonio.

Leggi anche:
– Ponticelli, stangata per il clan De Micco: disposte 21 condanne, ergastolo al boss Luigi e a De Martino per il delitto Solla
– Napoli, lutto nel mondo dell’avvocatura: è venuto a mancare l’avvocato Domenico Ducci
– Volo tarda di 5 ore, Ryanair condannata: disposto risarcimento per 9 passeggeri, sentenza del tribunale di Bari
– De Magistris pesca ancora nei fuoriusciti dai Cinque Stelle, sul ‘carro’ Montalbano da Torino: è indagata per peculato
– Napoli, l’ospedale Cardarelli rottama il badge: si entra con le impronte digitali, addio agli impiegati furbetti
– Castellammare, inchiesta sui clan: il Riesame lascia in carcere l’imprenditore Adolfo Greco

mercoledì, 19 dicembre 2018 - 22:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA