Litiga con la ex e con il suocero e diventa ladro: lodigiano arrestato

Carabinieri

I carabinieri hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria a Lodi un lodigiano di 51 anni con le accuse di rapina pluriaggravata, porto illegale di armi comuni da sparo e tentata rapina pluriaggravata, tutti aggravati dal vincolo della continuazione. Tutto nasce dalla denuncia del 18 dicembre scorso di un automobilista di Lodi che racconta ai militari di essere stato rapinato del portafogli all’una di notte, lungo la provinciale 17 all’altezza di Salerano Sul Lambro (Lodi), da un uomo con la pistola spianata.

Indagando, i carabinieri scoprono poi che, nella stessa zona, il 51enne aveva tentato di rapinare anche un camionista della provincia di Napoli. Grazie anche ad alcuni testimoni, i militari hanno rintracciato il malvivente a Lodi, scoprendo che l’uomo, da qualche giorno, girava nel lodigiano senza fissa dimora. A quanto dichiarato, l’uomo si è dato alle rapine dopo aver minacciato, armato di pistola, suocero e ex compagna, in seguito a un violento litigio per gelosia. Il 51enne è stato portato in carcere a Lodi a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

Leggi anche:
– Tragedia nel Napoletano | Donna investita mentre attraversa la strada: muore 73enne
Inchiesta su Greco e l’ex area Cirio: spuntano i nomi di Cesaro e Pentangelo, riflettori sui rapporti con un giudice
– Castellammare | Se l’inchiesta sui clan pesa sulla politica, il sindaco valuta il rimpasto di giunta
Inchiesta a Castellammare | Assunzioni fittizie, la cresta sui fitti e vendite non fatturate: così Greco accumulò il tesoro trovato nel muro
– Formiche in ospedale, manager dell’Asl presenta esposto ai carabinieri: «strano che la problematica si sia ripetuta»
– Mistero ad Acerra, uomo centrato alla gamba da colpi d’arma da fuoco
– Castellammare, lo Stato risponde ai clan: maxi-blitz nel rione del falò contro i pentiti

domenica, 23 dicembre 2018 - 20:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA