Torre Annunziata, in una bombola
un vero e proprio arsenale a Rovigliano


Una bombola del gas aperta, riempita di armi e sottoposta ad apposita opera di saldatura e successivamente riverniciata per farla apparire una normale bambola per uso domestico. Questo è l’ingegnoso sistema adottato da un uomo di Torre Annunziata per nascondere un vero e proprio arsenale ma che non è bastato per ingannare gli uomini della guardia di finanza a Rovigliano, quartiere di Torre Annunziata al confine con Pompei e Castellammare di Stabia.

L’armeria clandestina è stata scoperta dai militari in un’officina artigianale adibita alla lavorazione di materiale ferroso e metallico. All’interno della bombola sono state trovate e sequestrate 7 pistole/revolver, 1 fucile, 1 silenziatore e oltre 600 munizioni di vario calibro, tra cui 1 fucile utilizzato dalle truppe d’assalto israeliane, 2 s&w 357 magnum e 2 colt 44. L’uomo è stato tratto in arresto.

Leggi anche:
– Soldi e sesso per aggiustare procedimenti Il pm leccese Arnesano sospeso dalla funzione e dallo stipendio
– Giustizia, il Consiglio di Stato boccia il Csm: annullate le nomine di 3 magistrati, stop anche il vice di Cafiero de Raho
– Studente beve dalla bottiglia d’acqua portata da casa e si sente male, paura all’alberghiero di Torre Annunziata
– Lavoro, la beffa del decreto dignità: divorati i contratti a termine, ressa ai centri per l’impiego | Le storie dal territorio

mercoledì, 9 gennaio 2019 - 13:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA