Ottimax Afragola, l’azienda annulla il fitto dei locali: lavoratori sul piede di guerra

Ottimax Afragola
Operai a lavoro per smontare l'insegna

Non c’è stato niente da fare, sono saltate le trattative tra Ottimax e i sindacati. Sono durate poco, pochissimo. L’azienda avrebbe rifiutato di incontrare i sindacati e avrebbe proceduto col disdire il contratto di fitto dei locali presso il centro commerciale ‘Le Porte di Napoli’ di Afragola. A niente è servito il tavolo organizzato la scorsa settimana per la Regione Campania da Nicola Marrazzo, presidente della commissione lavoro e attività produttive, e al quale hanno partecipato l’assessore al Lavoro Sonia Palmieri, quello alle attività produttive Antonio Marchiello, i vertici di Ottimax e Gennaro Strazzullo, segretario regionale Uil Tucs. Un tavolo tra le parti che si proponeva di mettere d’accordo azienda e lavoratori e scongiurare così  la chiusura, in programma il 28 febbraio, e il trasferimento dei lavoratori in Sicilia presso il punto vendita di Catania. A poco più di un mese dalla chiusura i 67 lavoratori del brico di Afragola non sanno ancora quale sarà il loro destino.

La decisione ha messo così fine alle speranze dei lavoratori, che ieri hanno fatto sentire la loro voce e hanno occupato i magazzini a nord di Napoli. Ancora una volta provano a convincere i vertici a sedersi al tavolo delle trattative con un’assemblea pubblica presso lo store. Ma i lavoratori non demordono, «Andremo avanti nella nostra lotta, non ci fermeremo finché non ci daranno rassicurazioni sul futuro» promettono i lavoratori.

Leggi anche:
– Julen: dieci giorni in un pozzo, risolti i problemi tecnici: altre 24 ore di attesa
– Rapinato in casa da finti carabinieri, fermata la gang che agiva a Napoli | Video
– Napoli, 2 giorni di stop nel fine settimana per la linea 2 della metropolitana
– Maxi truffa da oltre 150 milioni di euro: arrestate 11 persone tra Napoli e Chieti
– Avvocati, la scommessa del ‘Sindacato forense’ per il rinnovo del Coa a Napoli Intervista all’avvocato Gianni Scarpato
– Il rinascimento napoletano secondo DeMa. Il sindaco: «Difficile non candidarsi alle Regionali ma alle Europee ci saremo»
– Sibilla (5S) e l’infantile sondaggio su Fb: il popolo social lo umilia votando Renzi e lo ricopre di contestazioni
– Tragedia sul lavoro in provincia di Isernia, muore un 46enne di Caivano
– Il tunnel per salvare Julen è troppo stretto: calcoli sbagliati, si torna a scavare

mercoledì, 23 gennaio 2019 - 18:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA