Violenza sulle donne: 2 uomini arrestati Vessavano le compagne da mesi

Carabinieri

Ancora violenza sulle donne. A Sant’Antimo e Marigliano due donne vittime dei loro compagni. La prima vittima è una donna di Sant’Antimo, che stanca dei continui maltrattamenti subiti dal marito nel corso degli anni, a novembre, decide di chiedere la separazione e si allontana da casa insieme ai 3 figli minori. Sperava così di essersi liberata dell’uomo, un 42enne. Ma lui non si arrende e da quel momento in poi la perseguita. Continui pedinamenti, appostamenti e minacce di morte, verso la ex di 43 anni. Ieri sera l’epilogo. I carabinieri hanno sorpreso e bloccato l’uomo in via Garigliano, nei pressi dell’abitazione degli ex suoceri, dove stava minacciando di morte la donna. Arrestato per atti persecutori ai danni della ex moglie, è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Il secondo episodio arriva da Marigliano, dove un pensionato di 61 anni è stato arrestato perché malmenava la sua convivente 51enne di origini polacche. Poco prima dell’intervento dei militari dell’Arma aveva aggredito la donna cagionandole lesioni guaribili in 30 giorni.
Nella casa è stato rinvenuto e sequestrato un arnese metallico utilizzato dall’uomo per colpire la signora. Dalle indagini è emerso che negli ultimi mesi l’uomo aveva posto in essere condotte sia violente che vessatorie. L’uomo è stato arrestato e portato in carcere.

Leggi anche:
– Falsi collaudi nell’area Pip di Marano, rinviate a giudizio 7 persone
– Cimminiello, vittima innocente del clan Libera ricorda il tatuatore con un video: Gianluca ammazzato 9 anni fa | Video
– Campobasso, detenuto evade del carcere: agente della Penitenziaria lo colpisce mentre lui si è arreso, sospeso dal servizio
– Skype arriva nelle carceri italiane, così cambiano i colloqui tra detenuti e familiari
– 
Morta a Napoli a 36 anni, Anna era incinta ma non lo sapeva: «Un’ecografia l’avrebbe salvata». Denuncia alla procura, scatta l’inchiesta
–  Investono e aggrediscono con un cric un ivoriano, fermati 4 ragazzi nel Napoletano La vittima: «Sono nero e devo morire?»
Sanità campana, manager sotto accusa. La Corte dei Conti: «Spending review ignorata, danno erariale per 5 milioni»
– Afragola, torna l’incubo crolli: palazzina collassa come accadde nel luglio 2010 quando morirono 3 persone

 

sabato, 2 Febbraio 2019 - 15:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA