La scrittura creativa entra nel carcere di Arienzo: un progetto per il reinserimento

Cella Carcere

Un laboratorio di scrittura creativa è stato inaugurato ieri nell’Istituto Penitenziario di Arienzo (in provincia di Caserta) nel quale sono detenute 78 persone. L’iniziativa è stata promossa dal garante dei detenuti Samuele Ciambriello e realizzata dall’associazione Less Società Cooperativa Sociale.

Less è nata a Napoli nel 1999 ed opera a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale per garantire tutela, diritti e pari opportunità ai soggetti svantaggiati, con particolare riguardo alla popolazione migrante, ai detenuti, agli ex detenuti ed alle loro famiglie, attivando nel corso degli anni una vasta gamma di progetti e programmi di intervento finalizzati all’integrazione socio-culturale e al contrasto dell’esclusione sociale.

All’evento erano presenti la direttrice dell’Istituto Mariarosaria Casaburo, il garante dei detenuti Samuele Ciambriello e gli operatori di Less che realizzeranno le attività. Il laboratorio, rivolto ad un massimo di 15 partecipanti, sarà articolato in due fasi: la prima incentrata sulla lettura di racconti scritti da persone recluse nelle carceri italiane, la seconda in cui si apprenderanno le tecniche di scrittura creativa.

Ciambriello ha spiegato il senso di queste e di altre iniziative promosse dal suo ufficio in questo ed in altre carceri della Campania: «Come garante, all’interno di un programma oltre le mura, ho inteso mettere in campo iniziative di sportelli di ascolto, sostegno alla genitorialità, arte terapia, spazi relazionali genitori-figli, corsi di alfabetizzazione per detenuti stranieri. Lo spirito di questi progetti, che operano in modo integrato e sinergico con gli istituti, è quello di aiutare le persone diversamente libere a rieducarsi ed inserirsi gradualmente nella società. Per fare questo mi avvalgo di short list, di cui fanno parte molteplici Associazioni e Cooperative con comprovata esperienza nell’ambito penale».

Leggi anche:
– Esplode distributore di benzina nella notte a Napoli: l’incendio di origine dolosa
– Foro di proiettile nel soffitto di un ospedale a Napoli: trovato un bossolo in strada
– Brusciano, sindaco denuncia i clan: «Sassaiola contro di me, raffica di intimidazioni contro i vigili» | Video
– La moglie chiede la sperazione, lui tenta il suicidio: sfiorato il dramma nel Casertano
– Napoli | Girano con la pistola pronta a sparare: in 2 tentano la fuga ma una volta bloccati uno punta l’arma contro i poliziotti a Napoli

martedì, 12 febbraio 2019 - 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA