Le notizie di oggi in breve tra cronaca, politica e giustizia: il taccuino di Giustizia News24 | Martedì 12 febbraio 2019

Giustizia

Le notizie della giornata in breve: in poche ma essenziali righe i fatti più importanti del giorno. Il nostro ‘taccuino’ per rendere più facile la fruizione della nostra informazione per chi si è collegato solo ora. Per leggere alcuni dei singoli articoli basta cliccare sui link inseriti nei testi. E domani mattina vi aspettiamo col nostro quotidiano digitale, il giornale di approfondimento che si legge da tablet, pc e cellulare (su abbonamento) nel quale affrontiamo, analizziamo alcuni mirati temi allo scopo di leggere in modo particolare la Giustizia e la politica. Per leggere il quotidiano basta accedere alla sezione ‘Sfoglia il Quotidiano’. Buona lettura

Napoli, arrestato il figlio di Maria Licciardi | Era ricercato da ottobre: nei suoi confronti era stato emesso un ordine di carcerazione per i reati di associazione per delinquere, rapina e sequestro di persona per i quali è stato condannato in via definitiva. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Tragedia sfiorata ai Colli Aminei a Napoli | Un forte boato ha spaventato i residenti nella parte collinare di Napoli, a causa dell’esplosione nella notte di un distributore di benzina. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Napoli, in auto con una pistola pronta a sparare | Aveva una una semiautomatica con matricola abrasa, carica e pronta all’uso sul sedile del passeggero. Per questo motivo un uomo ha tentato di sfuggire ad un alt intimato dai militari dell’Arma. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Truffe agli anziani in Campania, Molise e Basilicata | Sgombinate due organizzazioni in provincia di Caserta che truffavano gli anziani con diverse tecniche. I colpi venivano compiuti ai danni di persone anziane in alcune province della Campania, del Molise e della Basilicata. Nei guai 6 persone. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Appalti alle ditte ‘amiche’ in Terra di Lavoro | Tentativo di induzione indebita. Questa l’accusa nei confronti del sindaco di Sparanise (Caserta) Salvatore Martiello, nei confronti del quale i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Capua e della stazione di Sparanise, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Proiettili nascosti dietro un contenitore a Napoli | Ben 46 proiettili di vari calibri sono stati ritrovati dagli agenti della polizia di stato a Fuorigrotta. Scientifica a lavoro per scoprire la provenienza. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Il processo per la strage di Viareggio | L’inferno a Viareggio esplose alle 23.48 del 29 giugno 2009. Il treno partito da Tecate (Novara), composto da 14 cisterne cariche di Gpl, non giunse a destinazione, non giunse a Gricignano (Caserta). Uno dei vagoni uscì dai binari prima che il treno entrasse in stazione. Le vittime furono 32, tra queste c’erano anche tre bambini. Ieri il pubblico ministero di Lucca Salvatore Giannino ha chiesto una pena severissima per l’ex top manager di Fs e Rfi, Mauro Moretti. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Giustizia, il primo corso in Italia di gestione degli uffici giudiziari | Si terrà nell’ateneo Federico II la prima edizione del corso in Management degli uffici giudiziari, iniziativa unica in Italia, promossa dal dipartimento di Economia. Una sinergia tra il mondo accademico e magistrati napoletani. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

La fuga dal tribunale di Brescia | Un detenuto, questa mattina, è scappato mentre attendeva l’inizio del processo. Stava fumando una sigaretta all’esterno del Tribunale quando si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

Tragedia questo pomeriggio vicino Pordenone | Un bimbo, di 9 anni, di origini burkinabè, è deceduto a causa di in un incendio divampato nell’abitazione, occupata da una famiglia allargata del Burkina Faso, dove stava dormendo. (è possibile leggere l’approfondimento pubblicato sul sito cliccando sul link)

martedì, 12 febbraio 2019 - 21:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA