Ponticelli, in Tribunale per Ciro Colonna: ma l’udienza preliminare salta, manca
il boss imputato Ciro Rinaldi

Ciro Colonna, il 19enne ammazzato per errore in un agguato di camorra

Nell’aula 413 del Tribunale di Napoli c’era un pezzo della Napoli ‘sana’. C’era un pezzo della Napoli ferita ingiustamente dalla camorra e un pezzo della Napoli che si schiera apertamente contro la criminalità organizzata. Dinanzi al giudice Romano, stamattina, si sarebbero dovuti aprire i ‘lavori’ dell’udienza preliminare sull’agguato del 7 giugno del 2016 a Ponticelli in cui persero la vita il boss della Sanità Raffaele Cepparulo detto ‘Ultimo’ e l’innocente Ciro Colonna, che aveva soli 19 anni. Mary Colonna, sorella di Ciro, stamattina era lì. In nome di Ciro. In nome del fratello contro il quale i killer della camorra hanno aperto il fuoco senza lasciargli scampo. Con lei l’assessore Alessandra Clemente, in rappresentanza del Comune di Napoli che si costituirà parte civile nel procedimento. E poi i rappresentanti di tante associazioni che operano sul territorio di Napoli portando avanti non solo il ricordo della vittime innocenti della camorra ma anche progetti per una nuova cultura di legalità.

In quell’aula era atteso anche il principale imputato, il boss Ciro Rinaldi, accusato dalla procura di essere il mandante del duplice omicidio. Ma non si è riusciti a organizzare la traduzione dal carcere al Tribunale, anche a causa del fatto che Rinaldi è stato arrestato sabato scorso dopo diversi mesi di latitante e i tempi sono stati troppo stretti per farlo presenziare all’udienza. Così tutto rinviato al 28 febbraio. Oltre a Ciro Rinaldi, l’altro imputato di rilievo è Michele Minichini, uno dei componenti del commando: figlio del detenuto Ciro (che al secolo è stato uomo di punta dei De Luca Bossa e sta scontando in cella diverse condanne per omicidio), Michele Minichini è considerato un killer spietato. Imputate anche diverse donne, come Luisa De Stefano, alla guida delle cosiddette ‘pazzignane’. Dovranno tornare tutti in aula a fine mese, e solo allora si potrà procedere anche con la costituzione delle parti civili.

Leggi anche:
Amato-Pagano, 7 arresti e 14 indagati. C’è anche il ‘pupillo’ del boss Amato: «Sono cresciuto coi princìpi malavitosi»
-Alba di manette a Napoli, eseguiti 3 blitz Colpo ai Sequino, presa la moglie del boss
 Blitz contro Vastarella e Amato-Pagano

– Napoli, intercettata la droga per le piazze di spaccio: sequestrati 10 chili di hashish. Era destinata a Secondigliano e Scampia
– Agguato a Mugnano tra la gente, ambulante ucciso con un colpo alla testa: indagini della Dda sul movente
– Camorra, due omicidi in meno di 24 ore: agguato ad Acerra, ucciso un 46enne Considerato un ras della zona

– Camorra, preso il boss latitante Rinaldi: accusato di aver ordinato l’agguato in cui morì l’innocente Ciro Colonna
Napoli, morto all’ospedale San Paolo:
 eseguita l’autopsia, 4 medici indagati. Domani i funerali del 72enne Estatico

lunedì, 18 febbraio 2019 - 13:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA