L’Ucraina mette Al Bano nella black list: «Minaccia per la sicurezza nazionale»

Al Bano

Se la notizia non fosse vera, ci sarebbe da ridere. Al Bano è stato inserito nelle persone considerate come «una minaccia per la sicurezza nazionale» in Ucraina, come emerge dall’elenco aggiornato nei giorni scorsi pubblicato sul sito del ministero della cultura a Kiev in risposta a una richiesta dei servizi dell’Sbu, scrive il Kiev Post. Sono 147 gli artisti inseriti in questa lista sin dal 2015. Fra loro, anche il regista russo Nikita Mikhalkov.

Ad Albano viene rimproverata rimproverata la sua pubblica ammirazione per Putin, che ha anche incontrato nel 2017. Nei giorni scorsi l’Ucraina aveva annunciato la sua decisione di non partecipare all’edizione di quest’anno del concorso canoro Eurovision (che si terrà a maggio in Israele) dopo che la cantante più votata e quindi scelta dal broadcaster nazionale Maruv aveva rifiutato di accogliere le richieste imposte dagli organizzatori, fra cui la cancellazione dei concerti che aveva previsto in Russia, e la stessa cosa hanno poi fatto i successivi tre artisti nella classifica.

«Io una minaccia per la sicurezza dell’Ucraina? Ma figuriamoci: io sono una persona normale, che canta. Non ho mai fatto politica», ha replicato Al Bano.

Leggi anche:
– 
Circum, arrivano le guardie giurate: disposta la vigilanza armata dopo lo stupro di una 24enne a San Giorgio
– «Bagnoli, partono le bonifiche»: l’annuncio del ministro per il Sud Barbara Lezzi, pronti 320 milioni di euro
– Obbligo vaccini, pochi i bimbi fermati. Il primo bilancio in Campania e Milano Eccezione in Trentino Alto Adige
– Nicola Zingaretti sbaracca il Pd: «Chiuderò la sede del Nazareno, spalancherò porte e finestre ai giovani»
La rotta della droga tra Costiera sorrentina e area stabiese, il maxi-blitz: 26 arresti
– Napoli, estorsione alla pizzeria Di Matteo: oggi la convalida del fermo per i Sibillo Vittime ai pm: «Paghiamo da sempre»
– Napoli, autobus dell’Anm preso a sassate vicino alle Vele di Scampia
Il pizzo imposto alle pizzerie di Napoli: decreto di fermo per il padre dei Sibillo e 3 indagati per l’estorsione a Di Matteo
– Omicidio del meccanico Luigi Galletta: dopo la condanna inflitta a Napoletano c’è l’ordinanza per Ciro Contini
Droga, la Consulta sana le anomalie: «La pena minima di 8 anni per i reati non lievi è sproporzionata»

lunedì, 11 marzo 2019 - 13:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA