Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: ancora in fuga il 42enne di Ercolano


E’ ancora in fuga Ciro Russo, il 42enne di Ercolano che ieri mattina ha teso un agguato alla ex moglie e le ha dato fuoco, riducendola in gravissime condizioni. Le ricerche della Polizia di Stato andate avanti tutta la notte non hanno portato ad alcun risultato. Gli agenti hanno anche acquisito alcune telecamere di video-sorveglianza per cercare di individuare la direzione in cui l’uomo è fuggito.

Il punto di partenza delle ricerche si è spostato in via Trieste, laddove ieri pomeriggio la polizia ha ritrovato la vettura a bordo della quale l’uomo ha attraverso i circa 500 chilometri che separano Ercolano, dove Russo era sottoposto ai domiciliari per maltrattamenti in famiglia, da via Frangipane a Reggio Calabria, dove si è consumata l’aggressione e Maria Antonietta Rositani. Un’aggressione barbara: Russo ha individuato la 42enne nei pressi del liceo artistico; quando la donna l’ha visto ha cercato di fare retromarcia per avere una via di fuga, ma presa dal terrore si è schiantata contro un muro e a quel punto Russo si è fiondato come una belva verso di lei, ha aperto la portiera dell’auto e le ha versato addosso del liquido infiammabile che probabilmente si era procuratore già ad Ercolano, e poi ha dato fuoco alla donna. Maria Antonietta Rositani ha riportato il 70% di ustioni sul corpo, è stata trasferita al centro grandi ustionati di Bari. La donna ha due figli, una ragazza che frequenta il liceo scientifico e un bambino più piccolo.

Leggi anche:
– Camorra, ville lussuose e negozi sequestrati ai fratelli del boss Zagaria
– Accusato di aver truffato una cliente, avvocato del foro di Napoli ai domiciliari: sequestrati beni per 700mila euro
– Dà fuoco all’auto con dentro l’ex moglie, diffusi foto e identikit del 42enne: l’uomo di Ercolano è in fuga
– Dall’Austria le armi per la camorra: operazione dei carabinieri, arresti in corso
– L’Ucraina mette Al Bano nella black list: «Minaccia per la sicurezza nazionale»
– Circum, arrivano le guardie giurate: disposta la vigilanza armata dopo lo stupro di una 24enne a San Giorgio
– «Bagnoli, partono le bonifiche»: l’annuncio del ministro per il Sud Barbara Lezzi, pronti 320 milioni di euro

mercoledì, 13 marzo 2019 - 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA