Napoli, rubavano automobili all’interno
dei garage, sgominata la banda:
tra loro anche un minorenne | Video


Rapinatori di auto in garage individuati e arrestati dai carabinieri a Napoli. Tra loro c’è anche un minorenne. A conclusione di indagini coordinate da due procure, i militari dell’Arma della Stazione e del Nucleo Operativo Vomero, quartiere collinare del capoluogo partenopeo, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare emesse dai gip del tribunale ordinario e di quello per i Minori a carico di sette indagati. I sette devono rispondere a vario titolo, di rapina aggravata, sequestro di persona e porto illegale di arma da fuoco. Le indagini dei militari hanno preso il via lo scorso 2 novembre da una rapina ai danni di un garage del quartiere Arenella nel corso della quale i malviventi avevano portato via 5 auto, 200 euro in contanti e un apparato del sistema di videosorveglianza. Vetture recuperare tutte e identificati i componenti il gruppo di rapinatori grazie anche alla visione dei video estrapolati da vari impianti di videosorveglianza installati nella zona.

Nelle immagini si vedono i rapinatori che accompagnati in auto da un complice nei pressi di un garage; dopo essersi coperti il viso, fanno irruzione all’interno del garage minacciando con una pistola a tamburo il dipendente in servizio notturno che viene costretto a sdraiarsi a terra e subito dopo chiuso a chiave nel bagno. Neutralizzato il guardiano, la banda seleziona i veicoli da rapinare e li porta fuori dandosi alla fuga dopo aver anche razziato l’incasso. Nella fase di uscita dal garage, i rapinatori incrociano anche il proprietario di una delle vetture che stanno portando via, ma l’uomo non riesce a capire che si tratta di una rapina, pensando di tratti di una “rotazione” per guadagnare spazio.

Leggi anche:
– Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: arrestato il 42enne di Ercolano
– Facebook e Instagram di nuovo fuori uso e su Twitter scatta lo sfottò degli utenti
– Fortuna, uccisa a Miano dal marito L’omelia di don Loffredo: «Chi dà uno schiaffo a una donna è uno stronzo»
– Pd Napoli, il giudice caccia il segretario Ecco le motivazioni della sentenza: «Viziata la scelta della platea elettorale»
– Dall’Austria le armi per le camorra: dagli Elia agli Ascione-Papale, un business illecito milionario
– Cercola, vendevano abiti usati ma tra i capi spuntano 200 tonnellate di rifiuti. Nell’azienda 12 lavoratori in ‘nero’ | Video
– Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: ancora in fuga il 42enne di Ercolano
– Camorra, ville lussuose e negozi sequestrati ai fratelli del boss Zagaria

giovedì, 14 marzo 2019 - 08:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA