Villa panoramica intestata a bimba di 10 anni, scatta il sequestro: per i pm acquistata coi soldi di una frode

Guardia di finanza
Operazione della guardia di finanza (foto Kontrolab)

Speravano di sfuggire al fisco intestando l’immobile alla figlia di dieci anni, invece, non appena formalizzato l’atto, i finanzieri della compagnia di Agropoli, nel Salernitano, sono intervenuti sequestrando una villa panoramica del valore di circa 300.000 euro sulla collina San Marco del comune cilentano e denunciandoli alla procura di Vallo della Lucania per riciclaggio e frode fiscale.

Si tratta di un uomo originario del Napoletano e di una donna agropolese con diversi precedenti penali. L’indagine, tuttora in corso, è stata avviata lo scorso anno dai finanzieri guidati dal capitano Ciro Sannino. Secondo gli inquirenti, la villa sarebbe stata acquistata dalla donna e dal compagno riciclando i profitti ricavati da una frode fiscale consumata tra Napoli e Agropoli.

L’uomo avrebbe agito da amministratore occulto di una societa’ ‘cartiera’ coinvolta in un giro di fatture false. Quei guadagni sarebbero stati, poi, trasferiti sui loro conti correnti a titolo di compensi. La donna, invece, avrebbe ricevuto, su una carta di credito prepagata, numerosi bonifici per stipendi derivanti da un rapporto di lavoro dipendente con un’altra impresa partenopea, coinvolta anche questa nella frode.

Con i soldi ricevuti sulla prepagata, sarebbero stati generati assegni circolari per acquistare l’immobile. A destare l’attenzione dei finanzieri sono state le segnalazioni di operazioni sospette. Una volta scoperta, la coppia, scrive il procuratore capo di Vallo della Lucania, Antonio Ricci, «non ha avuto scrupoli di coinvolgere nell’operazione di riciclaggio anche la figlia di 10 anni», intestandole la villa. Il tribunale vallese, intanto, ha già convalidato il sequestro effettuato, di iniziativa, dalla Guardia di finanza.

Leggi anche:
– Bancarotta, ai domiciliari il proprietario dell’Interporto Sud Europa di Caserta
– Napoli, rubavano automobili all’interno dei garage, sgombinata la banda: tra loro anche un minorenne | Video
Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: arrestato il 42enne di Ercolano
– Facebook e Instagram di nuovo fuori uso e su Twitter scatta lo sfottò degli utenti
– Fortuna, uccisa a Miano dal marito L’omelia di don Loffredo: «Chi dà uno schiaffo a una donna è uno stronzo»
– Pd Napoli, il giudice caccia il segretario Ecco le motivazioni della sentenza: «Viziata la scelta della platea elettorale»
– Dall’Austria le armi per le camorra: dagli Elia agli Ascione-Papale, un business illecito milionario
– Cercola, vendevano abiti usati ma tra i capi spuntano 200 tonnellate di rifiuti. Nell’azienda 12 lavoratori in ‘nero’ | Video
– Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: ancora in fuga il 42enne di Ercolano
– Camorra, ville lussuose e negozi sequestrati ai fratelli del boss Zagaria

giovedì, 14 marzo 2019 - 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA