Cori e insulti, «Salvini via da Napoli» Proteste davanti la prefettura, e un blocco di manifestanti si ‘scontra’ con la polizia

I manifestanti sotto il Palazzo della Prefettura a Napoli

Piazza del Plebiscito è già blindata. Manca meno di un’ora all’arrivo del vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini che dovrà presiedere il Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato in prefettura. La piazza è cinturata dalla polizia dal lato della strada sul quale affaccia la Prefettura. Davanti alle transenne si è radunato poco meno di un centinaio di studenti: «Matteo Salvini ha scelto la giornata sbagliata per arrivare a Napoli», dice al megafono uno studente che contesta a Salvini le dichiarazioni rese, in occasione della sua ultima visita, sulla volontà di aprire un inceneritore in ogni provincia. «Troppe persone, troppi bambini sono morti in queste terre. E tu vuoi aprire gli inceneritori. Hai perso un’occasione per tacere». Qualcuno urla in coro, sempre all’indirizzo di Salvini: «Scemo, scemo, scemo» ma anche «mariuò mariuò» (ladro). E poi: «Via da Napoli, via da Napoli», «Salvini, qui non sei il benvenuto»

All’altezza del Maschio Angioino il serpentone di migliaia di persone che stamattina è partito da piazza Garibaldi, attraversando il Corso Umberto I, per protestare contro i cambiamenti climatici (oggi sul punto c’è stato uno sciopero ‘globale’) si è trovato il passo sbarrato. Avrebbero voluto raggiungere piazza del Plebiscito, avrebbero voluto fermarsi sotto la Prefettura e attendere l’arrivo di Salvini. Ma i poliziotti in assetto antisommossa li hanno bloccati. I momenti di tensione sono stati altissimi. Qualche ragazzo ha provato a buttarsi addosso ai poliziotti per aprire un varco gridando «Fateci passare», mentre la folla cantava «Veniamo in pace, veniamo in pace». Poi hanno cominciato ad urlare «Vergogna, vergogna». Ad un certo punto gli spintoni della folla sono stati più pressanti e si è rischiato lo scontro: qualcuno dalla folla ha iniziato a gridare agli altri «Non spingete, ci sono bambini». Diversi funzionari della polizia hanno cercato di dialogare coi manifestanti per evitare che i toni si inaspriscano. I manifestanti hanno così alzato le due mani aria. Ma la tensione è ancora altissima. Perché il corteo continua a spingere per cercare di avanzare.

Leggi anche:
E l’Ucraina vuole bandire Toto Cutugno: a rischio il concerto a Kiev del 23 marzo. La scure si è già abbatutta su Al Bano
– Il vicepremier Salvini torna a Napoli: «Contro la camorra ci vuole l’impegno di tutti, il contrasto ai clan richiede tempo»
– Portici, due ladri colpiscono un bar: il titolare pubblica sui social le immagini dei balordi riprese dalle telecamere
Assalto dei terroristi in Nuova Zelanda, strage in due moschee: ci sono 48 morti. L’attacco ripreso live da un attentatore
– Napoli, accoltellò il rivale dopo il rifiuto della ex a ‘C’è posta per te’: condannato a 8 anni e 2 mesi in Appello
– Bancarotta, ai domiciliari l’ex azionista di maggioranza dell’Interporto Sud Europa di Caserta
– Napoli, rubavano automobili all’interno dei garage, sgombinata la banda: tra loro anche un minorenne | Video
Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: arrestato il 42enne di Ercolano
– Facebook e Instagram di nuovo fuori uso e su Twitter scatta lo sfottò degli utenti

venerdì, 15 marzo 2019 - 15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA