Carceri, detenuto aggredisce agente penitenziario a Carinola: ferito a un braccio Airola, droga scoperta nell’istituto minorile

carcere

Le carceri campane ancora nell’occhio del ciclone: un detenuto ha tentato di strangolare un agente e poi ha aggredito un poliziotto penitenziario a Carinola, mentre è stata trovata droga nel minorile di Airola. A denunciare gli episodi di violenza Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe: «Giovedì un detenuto definitivo, con fine pena 2025 e inserito nel circuito media sicurezza, già protagonista di altri eventi critici, ha aggredito i poliziotti di servizio nella casa di reclusione di Carinola, a Caserta. In particolare un assistente capo coordinatore di polizia penitenziaria, nel tentativo di contenere la furia del detenuto che aveva stretto le mani al collo di un altro collega, nella colluttazione ha subito traumi e lesioni tali da essere ricoverato in via d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale di Caserta, ove gli è stata riscontrata anche una lussazione al braccio».

Altro evento critico è accaduto nell’Istituto penale per minorenni di Airola: «Nonostante l’avvicendamento dei vertici del carcere minorile, nel giro di tre giorni si sono verificati due eventi di rinvenimento di sostanze stupefacenti di tipo hashish, che hanno visto il coinvolgimento di un detenuto straniero e di uno italiano. La droga è stata rinvenuta durante delle perquisizioni ed i due soggetti coinvolti non sono nuovi dall’essersi resi responsabili di eventi che alterano l’ordine e la sicurezza interna del carcere», conclude Fattorello. 

Leggi anche:
– Incidente mortale nel Napoletano, ragazzo investe un uomo e fugge ma poco dopo si presenta in caserma
– Piscine, sale per ricevimenti e manufatti abusivi: continua lo scempio nel Parco Nazionale del Vesuvio
– Le strane morti del caso Ruby Rubacuori: Imane avvelenata con scorie radioattive, Verzini suicida dopo la denuncia choc
Malati di gioco d’azzardo, rapporto choc: a Sorrento e Castellammare di Stabia bruciati 72 milioni in un anno
– Via Fani, 41 anni fa il sequestro di Moro e l’assassinio dei 5 uomini della scorta
Marito e moglie trovati morti in casa, tragedia a Castelvetrano nel Trapanese:
si batte l’ipotesi dell’omicidio-suicidio
E l’Ucraina vuole bandire Toto Cutugno: a rischio il concerto a Kiev del 23 marzo. La scure si è già abbatutta su Al Bano

sabato, 16 marzo 2019 - 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA